BYD monterà la batteria Blade su altri quattro veicoli elettrici

I cinesi di BYD sembrano voler puntare molte risorse sulle proprie nuove batterie Blade

byd
12 Aprile 2021

Roberto Rossi - Autore

BYD ha annunciato l’intenzione di equipaggiare tutti i futuri modelli 100% elettrici con la sua ‘Blade Battery‘. Stando al comunicato della società, i primi nuovi modelli elettrici ad avere le batterie Blade a bordo per il mercato cinese sono la Qin PLUS EV, la Song PLUS EV e le versioni 2021 della Tang EV e della e2.

Cosa sappiamo dei nuovi modelli BYD

Tutti e quattro i modelli hanno la nuova tecnologia delle batterie di BYD a bordo di serie. Il produttore ha presentato per la prima volta la “Blade Battery” circa un anno fa, soffermandosi in particolar modo su quanto l’introduzione di questi dispositivi dovrebbe migliorare la longevità e la sicurezza. Come suo primo veicolo ad integrarle, il BYD Han ha ottenuto un discreto successo: lanciato a metà 2020, ha maturato un volume di vendita di circa 10.000 unità al mese.

A tale modello ora BYD farà seguire un nuovo quartetto di auto elettriche in Cina, composto da due modelli completamente nuovi e due rinnovati. BYD non ha fornito alcun dettaglio tecnico nel suo ultimo annuncio, ma uno di questi dovrebbe essere una nuova Tang EV aggiornata al 2021, che monterà una batteria la cui capacità sarà aumentata da 82,8 a 86,4 kWh. Il modello sarà inoltre offerto anche come sette posti. La nuova Tang EV dovrebbe essere in grado di ricaricarsi dal 30 all’80 per cento in 30 minuti, con 110 kW di corrente continua.

Batterie più sicure e più piccole

Per il resto, non ci sono grandi novità. L’azienda cinese nel suo ultimo comunicato ha ribadito le già precisate caratteristiche di sicurezza delle nuove batterie LFP, che dovrebbero essere particolarmente stabili anche se penetrate, messe sotto pressione o incendiate. Inoltre, secondo informazioni precedenti, lo spazio richiesto per l’installazione della batteria è del 50 per cento più piccolo di quello di una cella NMC comparabile.

Lascia un commento