Prodrive Hunter, arrivano le modifiche di Bahrain Raid Xtreme

Tutte le novità di Prodrive Hunter, rese necessarie dalle modifiche regolamentari della categoria T1+.

ProdriveHunterT1
30 Luglio 2021

Roberto Rossi - Autore

Bahrain Raid Xtreme ha ridisegnato il Prodrive Hunter per soddisfare i nuovi regolamenti T1+ recentemente annunciati dalla FIA, che ora è la classe superiore insieme al T1-E. I nuovi regolamenti sono stati introdotti per bilanciare le prestazioni delle auto a quattro e due ruote motrici nella classe T1.

Sulla base di ciò, la Hunter correrà su pneumatici più grandi, con una maggiore corsa delle sospensioni e una carreggiata più ampia. Pneumatici da 37″ su cerchi da 17″ sostituiscono dunque gli attuali pneumatici da 32″ su cerchi da 16″, mentre la corsa delle sospensioni è aumentata da 280 mm a 350 mm. La larghezza della carrozzeria è aumentata da 2 m a 2.3 m.

ProdriveHunterT1leftT1righta

Tali cambiamenti hanno reso necessarie alcune modifiche significative alla trasmissione dell’Hunter, alle sospensioni e alla carrozzeria.

La geometria delle sospensioni è stata riconfigurata con ammortizzatori più lunghi e freni più grandi alloggiati nelle ruote da 17″.  Il raggio degli pneumatici più grande ha aumentato il carico nella trasmissione, con conseguente modifica di albero e differenziali.

Prodrive ha colto l’occasione per aumentare le dimensioni del parabrezza e montare un nuovo motore programmabile del tergicristallo per migliorare la visibilità del pilota. I martinetti di bordo sono stati migliorati: sono ora più leggeri e forti per sollevare l’auto più velocemente. Possono ora essere alimentati da una pompa elettrica per una maggiore affidabilità.

ProdriveHunterT1leftT1right

La prima auto Hunter T1+ è attualmente in costruzione nella sede della Prodrive nel Regno Unito e gareggerà per la prima volta a settembre.

Lascia un commento