Skoda Karoq, il restyling del SUV ceco non passa dall’elettrificazione

Sotto il cofano di Skoda Karoq presenziano i motori della generazione Evo: tre unità turbo benzina TSI, una TDI in due livelli di potenza

30 Novembre 2021

Redazione - Autore

Tempo di restyling per Skoda Karoq. Il SUV più venduto della casa ceca, rinnova il linguaggio stilistico e da lustro alle ultime novità tecniche in fatto di sistemi di assistenza alla guida, aggiornando pure la vita a bordo.

Questione di stile

La griglia del radiatore esagonale più ampia e il nuovo paraurti anteriore rendono il frontale più muscoloso. La nuova disposizione dei fari a LED più stretti gli conferisce un aspetto più dinamico. Aspetto accentuato nella parte posteriore dal design dei nuovi gruppi ottici. Nuovo pure lo spoiler sul tetto.

I gruppi ottici anteriori sono disponibili per la prima volta anche in versione LED Matrix. Il nuovo paraurti anteriore è ora dello stesso colore del resto dell’auto. Per inciso, la Karoq sarà disponibile in un totale di nove colori, due dei quali – Phoenix Orange metallizzato e Graphite grey metallizzato – sono completamente nuovi per questa vettura.

Non sorprende che gli ingegneri abbiano anche ridisegnato i cerchi in lega. Sono ottimizzati aerodinamicamente e in due casi possono essere dotati di coperture speciali che migliorano ulteriormente il flusso d’aria.

E l’elettrificazione?

Sotto il cofano di Skoda Karoq presenziano i motori della generazione Evo: le unità turbo benzina TSI con una capacità di 1,0, 1,5 e 2,0 litri (che erogano rispettivamente 81, 110 e 140 kW ) e due versioni del turbodiesel 2.0 TDI da due litri (85 e 110 kW). I motori a benzina utilizzano una soluzione speciale per ridurre gli attriti interni, mentre il motore 1.5 TSI prevede anche la disattivazione dei cilindri. Nulla di nuovo rispetto alla gamma attuale in termini di potenze.

Nei diesel, l’albero motore è stato ridisegnato e il sistema di trattamento dei gas di scarico è stato aggiornato; ora utilizza la “riduzione catalitica selettiva”. In un processo chiamato Twin Dosing, l’AdBlue® viene impiegato per ridurre gli inquinanti, mantenendo le emissioni di NOx al di sotto dello standard richiesto. Anche in questo caso, i clienti possono scegliere tra una gamma di cambi manuali e automatici DSG a doppia frizione, con anche la trazione integrale (4×4 e DSG sono di serie sul 2.0 TSI).

Gli interni di Skoda Karoq

Lo sostenibilità presenzia a bordo, grazie all’impiego di materiali più rispettosi dell’ambiente. Il rivestimento opzionale in tessuto ECO utilizza materiali riciclati e riciclabili di origine non animale per imbottire i sedili e altre aree.

Nuove combinazioni e nuove dotazioni, come il sedile del passeggero ad azionamento elettrico opzionale con memoria, completano alcune delle novità di bordo. La capacità del bagagliaio è sempre di 521 litri (con tutte le sedute in posizione).

La vettura viene fornita con il Virtual Cockpit mini, ovvero un display da otto pollici di serie; come optional è disponibile il Virtual Cockpit da 10,25 pollici con una più ampia gamma di funzioni. Ci sono anche tre diversi livelli di infotainment con display che vanno da 8 a 9,2 pollici. Non mancano ovviamente le funzioni di connettività, soprattutto nei livelli di infotainment più alti, o l’assistente digitale Laura, che comprende un totale di quindici lingue.

La nuova Skoda Kaorq dispone anche di una serie di nuove funzioni di sicurezza e assistenza alla guida, e può essere dotata del pacchetto Travel Assist. In caso di incidente ci sono fino a nove airbag e il sistema di frenata “multi-collisione” che immobilizza l’auto, a proteggere gli occupanti.

È disponibile anche la protezione proattiva degli stessi. Se il radar posizionato nella parte anteriore dell’auto rileva un pericolo di incidente o una frenata brusca, il sistema chiude automaticamente i finestrini aperti o il tetto panoramico, attiva le luci di emergenza e pretensiona le cinture di sicurezza anteriori.

Anche sportivo

Il restyling di Skoda Karoq prevede nuovamente la versione Sportline. Dispone di cerchi in lega sportivi fino a 20 pollici e di una serie di dettagli verniciati neri come la griglia del radiatore, le modanature dei finestrini, le guide longitudinali del tetto e le calotte degli specchietti esterni, lo rendono inconfondibile. Esclusivo del modello è il propulsore top di gamma 2.0 TSI da 140 kW, sempre abbinato al cambio automatico DSG e alla trazione integrale.

Anche bordo si distingue con una vasta gamma di attrezzature e sedili sportivi rivestiti in materiale traspirante ThermoFlux. I sedili hanno poggiatesta integrati e l’auto è dotata di un volante sportivo a tre razze e molti altri dettagli sportivi. Prezzi e gamma per l’Italia sono in via di definizione.

Skoda Karoq – Le foto

16 Immagini

Lascia un commento