Ecco i 5 camper più strani che vedrai oggi

Un carrellata di camper tra i più strani mai prodotti, dagli anni '40 fino ai giorni nostri. E voi avete in mente altri modelli?

gm futurliner 185
15 Aprile 2023

Andrea Spitti - Autore

Sulle pagine di Target Motori parliamo spesso di camper. La maggior parte delle volte si tratta di modelli che ricalcano uno schema piuttosto usuale, ma ci sono dei esempi di case su ruote che si distinguono per qualche loro particolarità. Ecco cinque dei camper più strani che siano mai stati realizzati.

Winnebago Brave

winnebago d 18 brave motorhome

Potrebbe facilmente essere considerato uno dei camper più iconici per via delle sue forme. Le pareti laterali in metallo avevano spesso una livrea a “W” con strisce arancioni, verde oliva, rosse o gialle, nel caso in cui la sua presenza da sola non fosse sufficiente per distinguerla dalla concorrenza. Chi aveva una famiglia numerosa, poteva scegliere la variante più lunga da 8,5 metri. Se invece si viaggiava in due, la base Minnie Winnie sarebbe stata più che sufficiente. In ogni caso, a spingerlo c’era un V8 americano.

Chevrolet Vogue

chevrolet vogue ii motorhome 1

Winnebago era in cima al mondo dei camper e secondo il visionario dei camper di Los Angeles, Ottie Alburn, era giunto il momento che qualcuno la superasse. Una nuova società ha raccolse la sfida, Vogue, e tutti i camper Vogue sarebbero stati costruiti e prodotti su misura dal 1974 al 1999. Le dimensioni variavano ma partivano da 7,31 metri fino a 13,7 metri con un doppio asse posteriore. C’era una gamma di motori a benzina e diesel tra cui scegliere, ma il motore Chevrolet da 7,4 litri produceva circa 340 CV ed era il più popolare. L’azienda è stata venduta nel 1990 ed è stata poi inghiottita dalla più grande azienda di rimorchi di lusso Featherlite nel 1998.

Hymer 900

hymer 900

Aveva tutti gli spunti di design dei camper degli anni ’80 come la vernice bicolore, che era spesso marrone e bianca, una grande griglia in alluminio che avvolgeva l’intero frontale, uno stile squadrato e un parabrezza diviso. All’interno lo spazio era ampio e, a seconda del layout scelto, si potevano avere tre posti davanti, due e una dinette, oppure due sedili singoli separati. Un condizionatore d’aria montato sul tetto manteneva il fresco e una camera da letto separata con un letto matrimoniale si trovava nella parte posteriore. Era alimentato da un sei cilindri in linea Mercedes da 5,7 litri che produceva solo 128 CV, con una velocità massima di 95 km/h.

Action Mobile Desert Challenger

action mobil desert challenger

Sebbene sembrasse un veicolo indispensabile per un mondo post-apocalittico con il suo aspetto ruvido e la sovrabbondanza di illuminazione, il Desert Challenger era un palazzo a otto ruote, completo di una cucina separata in acciaio inossidabile. Il goliath fuoristrada misurava 3 m di larghezza, 4 m di altezza e 12 m di lunghezza, mentre la sua massa di 33 tonnellate era spinta da un motore da 600 CV. Premendo un pulsante, il soggiorno in stile orientale si poteva estendere di 5 m, mentre un frigorifero da 300 litri manteneva freschi i cibi e si potevano immagazzinare 2400 litri di acqua potabile.

GM Futurliner

gm futurliner

Era il 1939 e GM aveva in programma di stupire il pubblico americano con il suo autobus del futuro alto 6 metri: dall’esterno soddisfaceva tutte le aspettative dei camper perché era lungo e largo. Le intenzioni di GM, tuttavia, non erano quelle di creare un camper, ma di mostrare al pubblico che la tecnologia e l’innovazione stavano avanzando molto velocemente, e così 12 unità vennero inviate a prendere parte alla “Parata del progresso” americana. Successivamente, i 12 veicoli sono stati venduti e uno è stato convertito in camper, completo di bar e posti a sedere.

Lascia un commento