Cabrio e Spider entro i 50.000 euro: caratteristiche, foto e prezzi

Una guida sulle migliori spider e cabrio per chi ha un budget che non supera i 50.000 euro

2 Maggio 2021

Roberto Rais - Autore

Spesso erroneamente usati come sinonimi, cabrio e spider sono due termini che – come vedremo – indicano due diverse tipologie di vetture. Una cosa in comune, però, c’è: si tratta di auto molto ricercate,e altresì in grado di incontrare la disponibilità di molte tasche, considerato che non mancano gli ottimi modelli sotto i 50.000 euro.

Cabrio e spider, cosa sono?

Prima di vedere quali sono i migliori modelli di cabrio e spider sotto i 50.000 euro, permettici una piccola introduzione, finalizzata ad evitare confusioni tra questi due termini.

Se infatti è vero che per i profani dell’automotive cabrio e spider finiscono con l’indicare una identica tipologia di automobile, in realtà non è così. Certo, a complicare il tutto ci pensano anche i magazine e i siti di settore, che per comodità e sintesi accomunano queste classi di veicoli nella stessa voce. In realtà, però, quando ci riferiamo a cabrio e a spider dovremmo ben riferirci a due veicoli con autonoma personalità. Ma quale?

Cominciamo con il definire la spider con… una piccola curiosità. Questo particolare nome (l’equivalente inglese della parola ragno) deriva dal fatto che originariamente con questo vocabolo si indicavano le carrozze biposto, trainate dai cavalli e sospese su grandi ruote a raggi. Una forma che, agli occhi degli utenti dell’epoca, ricordava appunto quella di un ragno.

Oggi per spider si intende più modernamente un’auto a due posti, dal design e dalle prestazioni piuttosto sportive. Nell’elenco che potrai scorgere nelle prossime righe non mancheranno gli ottimi esemplari, di cui la più diffusa è certamente la Mazda MX-5.

Di contro, la cabrio è la versione aperta di una berlina (o di una GT a 4 posti). Dunque, una versione di un veicolo che originariamente nasce con il tetto, e che successivamente viene adattato dai costruttori per poter conquistare altre fette di mercato. Proprio per questo motivo le spider tendevano ad avere un costo di mercato più elevato rispetto alla loro versione “originaria” con tetto, visto e considerato che erano il frutto di accorti lavori di riprogettazione.

Oggi le cose sono un po’ cambiate, considerato che molte cabrio nascono già con questo tipo di approccio stilistico (e, anzi, in alcuni casi nascono come cabrio per poi accompagnare una seconda versione successiva, “chiusa”). Tra le cabrio più note si può annoverare certamente la Fiat 500 C. Premesso quanto sopra, scorriamo brevemente quali sono i modelli più diffusi di cabrio e spider sotto i 50.000 euro.

Abarth 500C

Derivata dalla Fiat 500C, la Abarth 500C è un veicolo agile e snello, lungo 3,66 metri. Il tettuccio scorre con la pressione del pulsante, ritirandosi completamente in una decina di secondi. Gli interni ricalcano quelli della 595 “chiusa”, risultando ben adeguati soprattutto sul guidatore (mentre dietro si dovrà scendere a qualche compromesso). Consumi pari a 6,9 l/100 km medi, con 8,8 l/100 km nelle percorrenze urbane e 5,6 l/100 km sull’extraurbano. Bagagliaio da 185 litri, potenza da 165 a 180 CV.

BMW Serie 2 Cabriolet

BMW Serie 2 Cabriolet è un modello sportivo del noto brand europeo. Omologato per 4 posti, come avviene con molte cabriolet a stare comodi… sono principalmente coloro che stanno davanti, mentre dietro ci si dovrà stringere un po’. Derivata dalla Serie 2 Coupé, è lunga 443 cm e larga 177 cm. Elegante, con capote in tela (tre tinte), per aprire e chiudere il tettuccio si impiegano 20 secondi. I motori sono tutti turbo, con la benzina che parte da 1.5 a tre cilindri da 136 CV, e quelle diesel che partono dal 2.0 con 150 CV.

BMW Z4

Elegante e performante, la BMW Z4 è un’auto dal design innovativo, dalla guida piacevole e in grado di rappresentare una roadster di grande versatilità. La capote in stoffa si apre e si chiude in soli 10 secondi, a velocità fino a 50 km/h. Disponibile in versione Sport e M Sport, con prestazioni affidabili e scattanti. Consumi in ciclo combinato compresi tra 5,8 e 7,2 l/100 km a seconda degli equipaggiamenti, per un veicolo dalle caratteristiche di elevata qualità.

Citroen C1 Airscape

La Citroen C1 Airscape è un modello particolarmente fruibile nel traffico urbano, grazie a dimensioni compatte (3,46 metri) e buona maneggevolezza. La versione decappottabile Airscape permette di poterne fruire in modo ancora più versatile e sportivo. Dotata di tecnologia Citroen Advanced Comfort, con 25 diverse combinazioni di personalizzazione, interni giovanili e sei diversi aiuti alla guida (dal Keyless Start all’avviso di superamento involontario della linea di carreggiata), è un’auto dall’ottimo rapporto qualità/prezzo.

Fiat 500 C

Fiat 500 C è uno dei modelli di questa lista più diffusi nel nostro Paese, grazie a un prezzo piuttosto contenuto e a buoni compromessi in termini di versatilità, praticità di utilizzo e prestazioni. Il tettuccio compare e scompare in dieci secondi, e fino alla velocità di 60 km/h può reclinare anche il lunotto. Abitacolo elegante e ben rifinito, come molte altre auto compatte della stessa categoria è pienamente comoda solo nella parte anteriore, mentre gli occupanti posteriori potrebbero dover accettare qualche piccolo sacrificio.  

Fiat 500e Cabrio

Come suggerisce lo stesso nome, la Fiat 500e Cabrio è la versione scoperta della Fiat 500 elettrica, condividendo con il modello “berlina” il powertrain, il telaio e la maggior parte di tutti gli altri elementi. Disponibile in tre versioni (Prima, Passion e Icon), è dotata di una batteria da 42 kWh e di due motorizzazioni (95-118 CV). Il modello è arricchito del nuovo sistema di infotainment, che comprende touch screen da 10,25” e navigatore.

Mazda MX-5

Tra le spider più amate in Italia, la Mazda MX-5 è un veicolo compatto con motore anteriore e trazione posteriore. Dimensioni contenute (è lunga poco meno di 3 metri) e peso ridotto grazie all’ampio uso di elementi in alluminio, rendono il modello piuttosto maneggevole. Gli interni sono ben curati, con una gradevole sensazione di comfort che viene incrementata dalla possibilità di regolare sedili e volante, anche in altezza. Non mancano infine gli aiuti elettrici alla guida.

MINI Cabrio

MINI Cabrio è la versione cabrio della MINI “normali”, di cui condivide le dimensioni. Presente un tetto in tela che si apre e si chiude in 18 secondi, a patto di compiere questa azione da fermi o in movimento non superiore a 30kmh. Gradevole il design, con richiami tipici della roadster. Abitacolo ben rifinito, come la versione chiusa. Spazi non troppo ampi, soprattutto per quanto concerne i posti dietro. Disponibile in diverse motorizzazioni, da 102 CV.

Volkswagen T-Roc Cabrio

Crossover con tetto in tela, lunga 4,27 metri e larga 1,81 metri, Volkswagen T-Roc Cabrio è un veicolo potente ed elegante, utilizzabile in modo versatile in diverse condizioni di guida. Il mezzo è peraltro molto particolare, considerato che richiama un design da SUV compatto ma strizza l’occhio al look da cabriolet. Disponibile sia in versione Style che in versione R-Line, il comparto tecnologico è arricchito dal sistema Blind Spot (opzionale).

Tabella riassuntiva

AutoPostiPotenzaPrezzo
Abarth 500C4da 165 CVda 28.300 euro
BMW Serie 2 Cabriolet4da 136 CVda 36.620 euro
BMW Z42da 197 CVda 42.670 euro
Citroen C1 Airscape4da 72 CVda 14.050 euro
Fiat 500C4da 70 CVda 17.300 euro
Fiat 500e Cabrio4da 95 CVda 32.900 euro
Mazda MX-52da 132 CVda 31.257 euro
MINI Cabrio4da 102 CVda 24.500 euro
Volkswagen T-Roc Cabrio4da 110 CVda 30.400 euro

Le “scoperte” entro i 50.000 euro, le immagini

9 Immagini

Lascia un commento