Incentivi 2022 veicoli poco inquinanti Valle d’Aosta

Gli incentivi per i veicoli poco inquinanti in Valle d'Aosta sono rinnovati anche per il 2022: ecco in cosa consistono e come richiederli

13 Giugno 2022

Roberto Rais - Autore

La Valle d’Aosta è una delle regioni più dinamiche in materia di incentivi e piani regionali per veicoli poco inquinanti. In questo approfondimento cercheremo di riassumere in cosa consistono i suoi bandi e come fare richiesta dei contributi previsti per chi acquista un veicolo green.

Bando Privati

Il bando privati per l’acquisto di veicoli ecologici è introdotto dalla l.r. 16/2019 e rinnovato annualmente: è ad oggi possibile presentare le domande per il 2022, fino al 31 ottobre.

I destinatari del contributo sono:

  • soggetti privati, non esercenti attività economica con un’età non inferiore ai 18 anni;
  • soggetti privati, esercenti attività economica.

Per quanto invece concerne l’oggetto del contributo, si tratta di:

  • veicoli, nuovi di fabbrica o usati, a bassa emissione, che producono emissioni di CO2 non superiori a 70 grammi per chilometro e che rientrano nelle tabelle allegate al bando
  • veicoli a pedalata assistita: biciclette a pedalata assistita (epac – electric pedal assisted cycle)
  • dispositivi per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica (hoverboard, segway, monopattini, monowheel) il cui importo minimo di spesa pari a euro 250 (IVA esclusa)
  • stazioni di ricarica domestica.

Sul fronte delle iniziative ammissibili a contributo, sono ammesse le operazioni di:

  • acquisto di veicoli a bassa emissione nuovi di fabbrica e immatricolati in Valle d’Aosta
  • acquisto di veicoli a bassa emissione usati, purché acquistati presso concessionarie
  • leasing e noleggio a lungo termine di veicoli a bassa emissione immatricolati sul territorio nazionale
  • acquisto di veicoli a pedalata assistita nuovi di fabbrica
  • acquisto di veicoli per la mobilità elettrica nuovi di fabbrica
  • installazione di stazioni di ricarica domestiche nuove di fabbrica.

La misura del contributo si applica a seconda del tipo di beneficiario e in relazione alla presenza o meno della rottamazione di un veicolo della stessa categoria (fino a Euro 4). Nel caso di acquisto di un veicolo, se a richiedere il contributo è un soggetto privato che non esercita alcuna attività economica, il prezzo del veicolo non può comunque essere superiore a 60.000 euro.

A titolo di esempio, per acquisto di un veicolo nuovo di fabbrica con livello di emissioni di CO2 non superiori a 20 g/km, la misura del contributo è del 25% della spesa sostenuta (IVA esclusa) nella misura massima di 3.000 euro. Nel caso di rottamazione la misura massima del contributo previsto senza rottamazione è maggiorata del 20%.

Bollo agevolato

Anche nella regione Valle d’Aosta, inoltre, è prevista una serie di agevolazioni per il pagamento del bollo sui veicoli poco inquinanti.

In particolare:

  • Auto elettriche: esenzione dal pagamento delle tasse automobilistiche per cinque anni a decorrere dalla data del collaudo. Alla fine del quinquennio, per gli autoveicoli elettrici si corrisponderà una tassa pari ad 1/4 dell’importo previsto per i corrispondenti veicoli a benzina, mentre per i motocicli ed i ciclomotori la tassa automobilistica deve essere corrisposta per intero.
  • Autovetture e gli autoveicoli a uso promiscuo omologati per la circolazione esclusivamente con alimentazione a GPL o gas metano, conformi alle direttive CEE in materia di emissioni inquinanti: sono soggetti al pagamento di un quarto della tassa automobilistica prevista per i corrispondenti veicoli a benzina.
  • Autovetture ed i veicoli per il trasporto promiscuo omologati dal costruttore o a seguito di installazione successiva, con alimentazione, esclusiva o doppia elettrica, a gas metano, GPL e idrogeno: la tassazione è determinata in base alla potenza massima espressa in KW per il valore annuo pari ad euro 2,58 (per KW) o euro 1,90 (per CV) a prescindere dalla direttiva CEE riportata sulla carta di circolazione.
  • Veicoli M1 e N1 alimentati con tecnologia ibrida a doppia alimentazione elettrica/termica ovvero ad alimentazione esclusiva a idrogeno: è prevista l’esenzione dal pagamento della tassa automobilistica per cinque anni. Per i veicoli provenienti da altra Regione o Provincia autonoma, l’esenzione opera limitatamente al periodo residuo che intercorre tra la data di entrata in Regione e il termine dell’ultima annualità esente.

Ricordiamo infine che anche in Valle d’Aosta operano le esenzioni per le auto d’epoca, con:

  • riduzione del 50% per veicoli con età tra i 20 e i 29 anni in possesso di un certificato di rilevanza storica
  • azzeramento della tassa automobilistica per i veicoli con un’età pari o superiore e a 30 anni, a patto che non circolino su strade pubbliche. In quel caso, sono tenuti al pagamento della tassa di circolazione, pari a 25,82 euro per gli autoveicoli e 10,33 euro p

Lascia un commento