Molle e ammortizzatori, sapere come funzionano e quando cambiarli

Sono gli elementi principali della sospensione. Per questo sapere quando sostituirli è fondamentale

9 Maggio 2022

Redazione - Autore

Le molle sono un elemento elastico della sospensione, che è progettato per rendere la
nostra guida confortevole e sicura, mitigando l’impatto della sospensione dalla strada.
Inoltre, questo elemento non permette alla ruota di staccarsi dalla superficie stradale con
forti impatti (per esempio, colpendo un dosso alto). Tale elemento va in coppia con l’ammortizzatore. Si tratta di un meccanismo che fornisce una migliore scorrevolezza e controllo della macchina.

La tecnica

Le molle moderne fanno un grande lavoro e i produttori hanno imparato a regolare la sospensione per le diverse esigenze. La molla e l’ammortizzatore lavorano in coppia e svolgono due grandi compiti: fornire la controllabilità e la scorrevolezza dell’andamento dell’auto.

La molla è un elemento elastico nella sospensione, ammorbidisce gli urti e i sobbalzi della guida su strade sconnesse. Quando la ruota colpisce un ostacolo, si stacca da terra e diventa incontrollabile per un momento. La molla la rimette rapidamente al suo posto, ma quando colpisce la strada, la ruota rimbalza di nuovo, e più la molla è morbida, più energia assorbe e più si comprime.

Poiché questa energia viene spesa molto lentamente e solo sull’attrito interno, le fluttuazioni non si estinguono per molto tempo e vengono alimentate da nuovi urti provenienti dalle varie asperità della strada.

I guasti possibili

Nell’ammortizzatore l’anello di un sigillante (epiploon) che si trova tra un’asta e il cilindro si consuma. In questo caso l’olio fuoriesce e il pezzo si guasta e l’ammortizzatore si bagna. Inoltre, si consumano le boccole di gomma nei supporti superiore e inferiore.

Ognuno di questi segni indica che la molla della sospensione posteriore deve essere sostituita o l’ammortizzatore della sospensione deve essere sostituito. A causa della sua complessità, l’ammortizzatore è considerato un dispositivo meno affidabile, che in caso di deterioramento della qualità del lavoro richiede una sostituzione periodica, e qui sorge la domanda la domanda spontanea.

È necessario cambiare gli ammortizzatori e cambiare le molle?

La necessità di sostituire le molle è composta da alcuni fattori diagnostici: controllare l’altezza della molla sotto carico; un chilometraggio oltre 100.000 km è motivo di sostituire le molle insieme agli ammortizzatori in modo preventivo.

Una raccomandazione importante è quella di sostituire gli ammortizzatori e le molle in coppia. Poiché i cambiamenti di fatica nelle sospensioni sui diversi lati dell’auto possono essere diversi, in una situazione critica, un’auto con ammortizzatori/molle di diverso grado di novità può comportarsi in modo instabile e non sicuro.

https://www.tuttoautoricambi.it/pezzi-di-ricambio/ammortizzatori.html

https://autofficinasantuliana.com/2021/05/27/i-rischi-che-corri-se-le-molle-degli-ammortizzatori-della-tua-auto-sono-rotte/e-degli-ammortizzatori-della-tua-auto-sono-rotte/

Lascia un commento