Flux Primo: una moto da cross elettrica silenziosa ma stupefacente

La Flux Primo è nuova sul mercato delle moto da cross elettriche e dai primi video pubblicati ha un grande stile e performance strabilianti

Flux Primo
16 Ottobre 2023

Alessandra Neri - Autore

La Flux Performance, azienda slovena, sta realizzando la Flux Primo, una moto da cross elettrica che tra non molto entrerà in produzione. Grazie al prototipo però siamo in grado di capire com’è realizzata: il telaio è stato sviluppato e costruito attorno al pacco batteria sostituibile da 7 kWh. Certamente per i più esperti potrà sembrare un dato relativamente basso per le moto elettriche, ma se si considera che è una moto da cross, la batteria è ai vertici della categoria. Perché oltre a essere leggermente più piccola, al contrario di quella delle moto classiche elettriche, la batteria delle e-cross non ha bisogno di una grande durata, ma piuttosto necessitano di prestazioni incisive.

Grazie al design realizzato appositamente, la batteria si può sostituire facilmente e in modo molto veloce tra una manches e l’altra. Il motore inoltre è utilizzabile con diverse mappature in modo che ogni pilota (principiante o esperto che sia) può personalizzare, regolando le prestazioni in funzione al  proprio livello di abilità.

L’azienda slovena, inoltre, afferma che con la sua Flux Primo può superare tutte le moto da cross da 450 cc grazie alla potenza di picco dichiarata di 83 CV. In più sono inserite delle tecnologie intelligenti che aiutano costantemente il pilota migliorando la sicurezza e le prestazioni. Il tutto ha avuto un approccio digitale che fa sì che si riesca a controllare ogni aspetto della moto tramite codici, aprendo così tante nuove possibilità. Tutto ciò ha portato anche quella che la Flux chiama la sua “frizione digitale” che funziona interrompendo l’alimentazione al motore attivando una funzione di frenata rigenerativa.

La moto elettrica slovena, poi, essendo monomarcia, non necessita della leva del freno a pedale facendo sì che si riesca a gestire la frenata con le mani, semplificandola e rendendola meno complessa.

Flux Primo

A riguardo, Marko Ukota, il CEO della Flux Performance, ha dichiarato: “Vogliamo un futuro in cui si vada di più in off road e ci si goda la vera libertà, modellandola con l’aiuto dei ciclisti. Ci impegniamo ad avere un rapporto onesto e trasparente e sosteniamo che possiamo restare al nostro fianco. Perché alla fine non stiamo costruendo solo una bicicletta, stiamo costruendo una comunità di innovatori che stanno cambiando lo status quo. Il Primo è il nostro punto di partenza, questo è solo l’inizio”.

Per quanto ne sappiamo fin’ora, le prestazioni della Flux Primo sono impressionanti. Purtroppo però l’azienda slovena dichiara che inizierà a produrla solo alla fine del prossimo anno e che non inizierà le consegne fino a un anno dopo, quindi nel 2025. Sarà disponibile in tre versioni, uno da motocross, uno per la pista e uno da enduro e supermoto comunque omologate per la strada. Il costo della moto dovrebbe essere 12.000 euro, rimanendo comunque in linea con le competitor Star Varge e Cake Kalk. Inoltre, sono già aperte le prenotazioni con un semplice anticipo di 50 euro.

Lascia un commento