Ecclestone al veleno sulla nuova F1

L'ex patron è molto critico sulla nuova direzione a stelle e strisce impressa dalla nuova proprietà del circus: "Un'americanata"

GettyImages 1195905587
12 Maggio 2022

Luca Sgarbi - Autore

Che i tempi siano cambiati è sotto gli occhi di tutti, anche sotto quelli di chi il prodotto Formula 1 lo ha praticamente inventato nella modernità: Bernie Ecclestone. E l’ex patron del circus pare non gradire la direzione che ha impresso chiaramente la nuova proprietà, Liberty Media. Un po’ come il vecchio allenatore che guarda la sua ex squadra e bacchetta: sarà perché i tempi andati vengono guardati con grande malinconia o forse per un po’ di rancore, chissà.

Bernie attacca

Fatto sta che Bernie Ecclestone, a 91 anni suonati, nel suo buen retiro, ha ironizzato in maniera caustica: “Stanno producendo ‘Formula 1: American Style’. Magari ci sta che sia un bene, perché parecchie cose stupide arrivano dall’America e tutti ne sono felici” , ha sentenziato l’ex dirigente britannico, aggiungendo poi a Bloomberg che chiaramente questa non era la modalità in cui lui gestiva le cose. E va detto che, nel bene e nel male, se ne sono accorti un po’ tutti. Anche perché dall’inizio, nell’ormai lontano 2016, Liberty Media ha creato un prodotto con linee guida diversissime.

Un’immagine nuova

Dal 2016 la company americana ha tentato di rinnovare l’immagine del marchio sia per gli appassionati storici che per i nuovi potenziali tifosi. E proprio a questi Liberty pare essersi rivolta. Negli ultimi anni, poi, l’Amministratore Delegato, Greg Maffei, ha azzeccato un colpo a sensazione in pieno stile americano: la serie prodotta da Netflix “Drive to Survive”, che ha portato un’impennata clamorosa e inaspettata anche per i più ottimisti sostenitori del prodotto. Sarà stato il lockdown che ha costretto tutti a casa, ma da lì la febbre a stelle e strisce per la nuova Formula 1 si è alzata a livelli pazzeschi.

Nuove frontiere

E così la Formula 1 ha aperto agli Stati Uniti d’America, prima con Austin, poi da quest’anno anche con Miami. E dal prossimo anno ci sarà Las Vegas che, come abbiamo raccontato, ha previsto anche investimenti corposi per realizzare una struttura fissa nella città regina del gioco d’azzardo. Comunque sia, al veleno di Ecclestone ha risposto proprio Liberty Media per bocca di Greg Maffei: “Bernie può chiacchierare quanto vuole, ma la verità è che tutti ora vogliono entrare in Formula 1“, accompagnato dal Team Principal della Mercedes, Toto Wolff: “Bernie ha inventato questo sport, ma i tempi sono cambiati”.

Lascia un commento