GP d’Olanda 2021: Top e Flop della gara sul circuito di Zandvoort

Ecco quali sono i Top e i Flop del GP d'Olanda, tredicesima prova del mondiale di Formula 1 vinta dalla Red Bull di Max Verstappen.

GP d'Olanda
7 Settembre 2021

Raffaele Sarnataro - Autore

Max Verstappen si è aggiudicato il GP d’Olanda 2021 e ha ripreso la vetta della classifica. La sua Red Bull è sembrata inarrestabile per la concorrenza, compreso un Lewis Hamilton con nessuna voglia di arrendersi fino alla fine.

Il pilota di casa ha dominato qualifiche e gara in lungo e in largo e l’inglese ha cercato di studiare strategie alternative per fermarlo, ma senza riuscirci. Valtteri Bottas ha completato il podio, precedendo con un vantaggio molto netto l’AlphaTauri di Gasly, la Ferrari di Leclerc e l’Alpine di Alonso. Scopriamo insieme Top e Flop di una corsa tenutasi sul spettacolare tracciato di Zandvoort, ma dai pochi sussulti.

Top GP d’Olanda 2021

Max Verstappen – Red Bull

Il primo voto positivo che abbiamo scelto di assegnare è piuttosto banale. Max Verstappen è stato l’assoluto protagonista del GP d’Olanda e non ha lasciato scampo a Lewis Hamilton. La sua Red Bull lo ha senz’altro assistito al meglio, ma se si pensa a un Sergio Perez fuori in Q1, lui ha saputo fare ulteriormente la differenza. Vincere in casa non è mai semplice, ma l’olandese l’ha fatto sembrare una pura formalità. Senza storia.

Lewis Hamilton – Mercedes

Per Lewis Hamilton, un secondo posto è una sconfitta. Eppure, il pilota britannico della Mercedes non è arreso fino a pochi giri dal termine. Le ha provate proprio tutte per superare Max e restare in vetta alla classifica iridata. In qualifica è finito solo a 38 millesimi da Verstappen e in gara è arrivato fino a un secondo e mezzo dall’olandese. Di più non poteva fare.

Pierre Gasly – AlphaTauri

Pierre Gasly meriterebbe un sedile più performante. La AlphaTauri sembra davvero stretta per il francese, quarto sia in qualifica che in gara. Non ha fatto alcuna fatica a tenere dietro le Ferrari e il confronto con il giapponese Yuki Tsunoda è clamorosamente a suo favore. Straordinario.

Fernando Alonso – Alpine

Intramontabile, non ci sono altri aggettivi. Fernando Alonso mostra una voglia di primeggiare davvero fuori dal comune, nonostante le 40 primavere. In partenza, sbaraglia Giovinazzi e Ocon. Nell’ultimo giro, brucia il connazionale Carlos Sainz su una Ferrari mediamente più performante della sua Alpine. Che meraviglia.

Flop GP d’Olanda 2021

Mercedes

La scuderia tedesca perde punti dalla Ferrari per il terzo posto. Daniel Ricciardo sprofonda nelle retrovie dopo un discreto inizio, mentre Lando Norris risale da dietro ma solo fino a un decimo posto, aggravato dallo scontro con Perez. Si poteva fare di meglio.

Yuki Tsunoda – AlphaTauri

Come detto anche in precedenza, il confronto tra Gasly e Yuki Tsunoda è davvero impietoso per il giapponese. Per carità, entrambi sono stati confermati anche per la stagione 2022 e il nipponico è un rookie. Ma ci si aspetta molto di più nel prossimo campionato.

Haas

La scuderia-bradipo del 2021, distante da ogni altro concorrente. Non solo va molto più lenta delle altre, ma ha anche due piloti che tendono a fare a sportellate tra loro per non arrivare ultimi. Di male in peggio.

Lascia un commento