Ferrari pensa a versioni stradali della vincitrice di Le Mans?

L'hypercar Ferrari che ha vinto a Le Mans potrebbe ispirare la produzione di almeno tre edizioni speciali di modelli stradali

ferrari 499 3
12 Luglio 2023

Roberto Rossi - Autore

Sono passate poche settimane da quando la Ferrari 499P si è aggiudicata la vittoria alla 24 Ore di Le Mans. Ebbene, sulla scia di quei fasti, una nuova indiscrezione è emersa online e sta attirando ben più di qualche interesse: pare infatti che la vettura da corsa possa condurre al lancio di tre hypercar stradali e di una variante solo pista destinata ai clienti più esclusivi.

A confortare tale riflessione vi è il fatto che lo scorso 6 luglio Ferrari ha presentato all’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi quattro domande di registrazione del nome su Ferrari 499 GTB, Ferrari 499 GTS, Ferrari 499 Speciale e Ferrari 499P Modificata.

ferrari 499 1

Naturalmente, una semplice richiesta di brevetto su un nome non significa che la casa automobilistica intenda effettivamente produrre una vettura chiamata in quel modo. Dunque, questi nomi potrebbero essere semplicemente il tentativo della Ferrari di proteggere le targhette della 499 dopo il successo a Le Mans. Oppure, come suggerisce CarBuzz, potrebbero indicare che l’hypercar di Le Mans darà vita a una serie di varianti disponibili per l’acquisto.

A supportare tale rumor è anche il fatto che la 499 GTB, la 499 GTS e la 499 Speciale sarebbero vetture stradali con nomi simili ad altri modelli Ferrari, come la 296 GTB e la 296 GTS. Tuttavia, data la vicinanza tra la 296 GTB e la SF90 Stradale nella gamma Ferrari, è difficile capire dove potrebbe collocarsi un nuovo modello a motore centrale battezzato 499: l’ipotesi più probabile è che si posizionerebbe tra la 296 GTB e la SF90 Stradale con circa 900 CV.

Per quanto poi riguarda il quarto e ultimo marchio, la 499P Modificata, potrebbe seguire le orme della Ferrari 488 GT Modificata, disponibile per l’acquisto privato ma senza l’omologazione per la partecipazione alle gare.

Lascia un commento