Il CEO Volkswagen si dice contrario alle vetture alimentate a idrogeno

Herbert Diess ha recentemente dichiarato che le vetture di tipo fuel cell non siano funzionali all'abbattimento complessivo delle emissioni nocive

20 Maggio 2021

Redazione - Autore

Ibrido, elettrico, idrogeno, e-fuel, tutte la variabili attualmente disponibili per contrastare l’avanzata delle emissioni nocive. Un’ampia disponibilità, sebbene ciascun costruttore abbia ormai trovato la sua strada. Tempo fa avevano fatto discutere le parole di Akio Toyoda, il CEO della Toyota, che aveva criticato il fatto che si stesse puntando quasi esclusivamente sui veicoli elettrici, ritenendo che questo tipo di scelta fosse sopravvalutata.

Oggi fanno altrettanto discutere, le parole del CEO di Volkswagen, che invece ritiene poco efficaci le auto alimentate ad idrogeno, come riporta un suo recente tweet. Una soluzione definitiva all’abbattimento delle emissioni nocive oggi non esiste ancora, e pensare che basti l’elettrico o l’idrogeno per risolvere gli attuali problemi, è forse un po’ troppo riduttivo.

Cosa dice Herbert Diess

“È stato dimostrato che l’auto a idrogeno non è la soluzione per il clima”, ha scritto Diess su Twitter. “Nei trasporti, l’elettrificazione ha prevalso. I falsi dibattiti sono una perdita di tempo. Per favore ascoltate la scienza!”. Come si direbbe in questi casi non le manda certo a dire.

Di fatto il fondamento delle sue affermazioni deriva anche da una serie di studi pubblicati recentemente. Il riferimento è a proposito dello studio che è stato condotto dal Potsdam Institute for Climate Impact Research (PIK). Studio che veniva riportato nell’articolo nel quotidiano economico tedesco Handelsblatt.

Il rapporto è giunto alla conclusione che lo sviluppo di autovetture a base di idrogeno sarebbe dannoso per il clima, almeno per il momento. I ricercatori del PIK hanno affermato che i combustibili a base di idrogeno sono inefficienti, costosi e la disponibilità delle materie prime necessarie è inaffidabile, raccomandando che i veicoli elettrici a batteria siano al centro di una strategia di mobilità verde.

In un’intervista pubblicata il 6 maggio, Romain Sacchi, un membro del team di studio del PKI, ha detto al quotidiano The Guardian che puntare all’idrogeno provocherebbe un aumento delle emissioni di gas serra, rispetto all’uso di combustibili fossili.

Lascia un commento