Il RISE 4×2-950 è un camper da playboy ispirato all’offroad

Il nero del lego e il bianco del gres porcellanato effetto marmo si uniscono nell'ambiente esclusivo del RISE 4x2-950

23 Agosto 2022

Andrea Spitti - Autore

Se pensate che il Concorde Cruiser Atego da 400.000 euro non sia abbastanza esclusivo per voi, abbiamo buone notizie. Infatti l’azienda tedesca Stone Offroad Design (SOD) con il RISE 4×2-950 ha portato questo camper basato sul Mercedes Atego a un livello successivo per lusso e unicità. Se infatti Concorde trasforma il camion tedesco in uno spazioso motorhome, SOD lo riempie con materiali che si potrebbero trovare nell’attico di Hugh Hefner.

Le pareti e i pavimenti degli interni del RISE 4×2-950 sono ricoperti da gres porcellanato effetto marmo. Le finiture lucide di queste superfici sono i contrasto con l’arredamento in legno nero, così come al nero delle sedute, del letto e del soffitto. Gli accenti di colore sono dati dal rame che caratterizza gran parte degli accessori, dall’illuminazione ai rubinetti.

Ma la parte più singolare del camper è la zona lounge sul tetto. Si tratta di una vera e propria terrazza che permette di avere uno spazio dove stare insieme e magari rilassarsi all’aperto guardando le stelle. Senza, tra l’altro, temere il freddo, visto che la zona è riscaldata.

Nonostante il nome dell’azienda, non sembra che il RISE 4×2-950 abbia le capacità per portare i suoi occupanti in un percorso fuoristrada molto più difficile di una normale strada sterrata. I 299 CV di potenza del 6 cilindri diesel vengono infatti inviati alle sole ruote posteriori. Gli unici dettagli da offroad sono un differenziale a slittamento limitato e gli pneumatici da fuoristrada. Ma la sua tinta mimetica e le protezioni sui fari fanno comunque molta scena!

Può anche portare, in un rimorchio apposito, fino a 3.000 kg di carico, quindi non dovrete preoccuparvi su dove lasciare la vostra supercar. Il costo? Anche quello decisamente esclusivo: si parte da 688.000 euro.

SOD RISE 4×2-950 – Le foto

  • 6
  • Immagini

    Lascia un commento