Nave cargo con 4.000 auto del gruppo Volkswagen va a fuoco nell’Atlantico

Il gruppo VW conferma che una imbarcazione con 4.000 veicoli è andata a fuoco al largo del Portogallo ed è attualmente alla deriva.

18 Febbraio 2022

Roberto Rais - Autore

La Felicity Ace, una nave da carico che trasportava quasi 4.000 veicoli del Gruppo Volkswagen, ha preso fuoco al largo della costa del Portogallo. Tutti i 22 membri dell’equipaggio sono stati salvati dalla Marina portoghese e sono ora al sicuro, ma il destino dei veicoli a bordo della nave, che era diretta verso gli Stati Uniti, è sconosciuto.

Ricordiamo che la Felicity Ace ha lasciato il porto di Emden, in Germania, il 10 febbraio. Doveva sbarcare a Davisville, Rhode Island, la mattina del 23 febbraio. Le cose sono però andate diversamente, e ora migliaia di proprietari attendono di capire che fine faranno le proprie auto appartenenti ai marchi Volkswagen, Audi, Lamborghini, Porsche e Bugatti, su una imbarcazione che è ora alla deriva nell’Atlantico.

Siamo consapevoli di un incidente oggi che coinvolge una nave cargo che trasporta veicoli del Gruppo Volkswagen attraverso l’Atlantico“, ha detto un portavoce in una e-mail. “In questo momento, non siamo a conoscenza di eventuali feriti. Stiamo lavorando con le autorità locali e la compagnia di navigazione per indagare sulla causa dell’incidente”.

La nave ha trasmesso un segnale di soccorso la mattina di mercoledì 16 febbraio a seguito di un incendio scoppiato su uno dei ponti di carico. Naftika Chronika riferisce che l’equipaggio della Felicity Ace si è portato su una scialuppa di salvataggio ed è stato raccolto dalla Resilient Warrior, una petroliera gestita da una compagnia greca. L’agenzia ha indicato ieri che 11 membri dell’equipaggio sono stati poi raccolti da un elicottero della Marina portoghese e le foto condivise dalla petroliera mostrano il fumo che si alza dalla Felicity Ace.

Costruita nel 2005, la Felicity Ace può trasportare 17.738 tonnellate e, a pieno carico, quasi 4.000 veicoli, come in questo caso.

Lascia un commento