R30 è il prossimo motoscafo elettrico ad alte prestazioni

Una startup fondata da un ex responsabile Tesla ha creato un motoscafo elettrico ad altissime prestazioni

another electric high performance speedboat is getting ready to make waves 3
30 Dicembre 2022

Roberto Rossi - Autore

R30 è un nuovo motoscafo elettrico che, stando a quanto si legge circa le sue performance, potrebbe essere il fiore all’occhiello della Blue Innovations Group (BIG), una startup fondata da un ex dirigente di Tesla, John Vo, che della società di Musk fu responsabile globale della produzione.

Pronto a trasferire il suo know-how all’industria nautica, Vo ha guidato lo sviluppo dell’imbarcazione elettrica coordinando un team di ex ingegneri di SpaceX, perdendo nella tempistica la contesa con l’Arc One, che nel frattempo ha dichiarato di essere diventata la barca elettrica più potente disponibile in commercio (non è comunque l’unico concorrente in questo segmento, come dimostra l’annuncio dell’El-Iseo di Riva).

Ad ogni modo, le due imbarcazioni sembrano avere alcune caratteristiche in comune. In particolare, mentre l’Arc One è dotato di una batteria da 220 kWh, l’R30 monta una batteria da 221 kWh raffreddata a liquido. La One può raggiungere i 64 km/h grazie a un motore elettrico da 500 CV, mentre la R30 si spinge un po’ più in là, raggiungendo i 72 km/h grazie a due motori da 800 CV (600 kW).

Le due imbarcazioni elettriche si basano inoltre sullo stesso concetto costruttivo, innovativo per il settore dei motoscafi, passando dalla tradizionale fibra di vetro o di carbonio all’alluminio (che dovrebbe favorire la durata e la produzione in serie). A quanto pare, l’R30 sarà leggermente più grande, con i suoi 9,1 metri rispetto all’Arc One, che invece si ferma a 7,3 metri.

Passando poi alla ricarica, mentre l’Arc One si affida esclusivamente alla ricarica normale o rapida, il prossimo R30 aggiunge l’energia solare alle sue capacità. Dotato di pannelli solari espandibili che forniscono fino a 2,7 kW di potenza, questo motoscafo veloce a emissioni zero potrebbe infatti teoricamente eliminare l’ansia da autonomia, rendendo anche più versatile l’utilizzo in crociera, considerato che non dipenderà dall’alimentazione da terra.

Vo ha già precisato che la sua imbarcazione elettrica inizierà ad essere consegnata ai clienti entro il primo trimestre 2024, a un prezzo che dovrebbe aggirarsi intorno ai 300.000 euro.

Lascia un commento