AWD e 4WD: differenze e quale sistema preferire

Sia AWD che 4WD identificano un sistema di trazione integrale, ma quale dei due è migliore e quindi è da preferire per i nostri veicoli?

23 Maggio 2022

Andrea Spitti - Autore

C’è che dice che siano esattamente la stessa cosa, altri che siano sistemi completamente diversi e che uno sia molto meglio dell’altro. Ci sono però molte idee sbagliate sulla trazione integrale AWD (all-wheel drive) e quella 4WD (four-wheel drive). In questo articolo proveremo a chiarire le differenze tra AWD e 4WD, mettendo in mostra ciò che hanno in comune e cosa le differenzia. Sperando che possa essere utile per farvi scegliere il sistema di trazione integrale che più si adatta alle vostre esigenze.

Cos’è l’AWD e come funziona?

Generalmente questi sistemi fanno muovere sia le ruote anteriori che quelle posteriori senza alcun input da parte del conducente. Tuttavia alcuni veicoli hanno modalità selezionabili che possono essere utilizzate per modificare elettronicamente l’erogazione di potenza. Attraverso una serie di differenziali, giunti viscosi e/o frizioni multidisco la potenza viene distribuita a tutte e quattro le ruote per ottenere una trazione ottimale.

Questi sistemi si dividono in due categorie: AWD temporaneo e AWD permanente. Il primo in condizioni normali invia la coppia alle due ruote motrici, innescando in automatico l’altro asse quando viene richiesta trazione aggiuntiva grazie a una serie di sensori e controlli elettronici. Gli AWD permanente sono più semplici e inviano costantemente la potenza alle quattro ruote.

Cos’è il 4WD e come funziona?

Il 4WD è precedente all’AWD ed era tradizionalmente usato dai migliori veicoli fuoristrada come la Mercedes Classe G. Ovviamente anch’esso distribuisce la coppia alle quattro ruote attraverso una serie di differenziali (anteriore, centrale e posteriore), scatole di trasferimento e giunti per massimizzare la trazione. Questi sistemi solitamente sono più robusti e hanno bisogno di meno elettronica, per questo sono generalmente più adatti al fuoristrada rispetto alle trazioni AWD. Molti dispongono anche di rapporti ridotti, che possono essere selezionati attraverso un pulsante o con una leva meccanica.

Come i sistemi AWD, anche il 4WD può essere temporaneo o permanente. Il primo è il preferito dagli appassionati di fuoristrada e si può trovare su veicoli che sono progettati per attraversare con successo i terreni più insidiosi. In questo caso i guidatori possono attivare o disattivare la trazione integrale attraverso un bottone o un interruttore e alcuni sistemi permettono anche di bloccare i differenziali per una dose maggiore di coppia in condizioni di offroad estremo. Il 4WD permanente invece manda la coppia in modo costante a tutte e quattro le ruote. I sistemi più moderni permettono di scegliere tra diverse modalità di guida che modificano la quantità di potenza da trasferire a ciascun asse.

AWD e 4WD: qual è meglio?

La risposta a questa domanda dipende dal tipo di veicolo e dalle condizioni in cui generalmente si guida. Se si passa la maggior parte del tempo su strade asfaltate e sterrati leggeri e si ha bisogno di un veicolo compatto, l’AWD è da preferire. D’altro canto, se si vive in zone remote o ci si vuole divertire in fuoristrada, è meglio scegliere un’auto con il 4WD. Questo sistema di solito è anche migliore in caso di neve alta e nelle condizioni invernali più estreme, quindi se si vive in zone con inverni molto rigidi un veicolo 4WD è esattamente ciò che serve.

Lascia un commento