Camper, le differenze tra van, motorhome, mansardati e profilati

Una guida alle varie categorie dei camper: ecco quali sono le loro caratteristiche e quali sono quelli da scegliere.

21 Giugno 2022

Roberto Rais - Autore

972

Quando si parla di camper ci si riferisce a un veicolo molto diffuso in tutta Italia, particolarmente amato dagli appassionati di viaggi, escursioni e vita all’aria aperta.

Tuttavia, non tutti sanno che i camper non sono tutti uguali e che si differenziano per l’unità abitativa (la cellula) in 4 distinte categorie:

  • Van
  • Motorhome o integrali
  • Mansardati
  • Profilati o semi-integrali

Proviamo a conoscere meglio ciascuna di queste varianti! E se la cosa vi piace, potete sempre noleggiarlo!

Van

I van, o camper puri, sono un buon compromesso tra prezzo e prestazioni. Ricavati da un furgone già camperizzato o allestito in un secondo momento, sono il modello più pratico e, pur avendo dimensioni contenute (generalmente intorno ai 6 metri) hanno comunque almeno un bagno e una cucina a bordo. Il numero di posti letto varia tra i 2 e i 4.

Con queste caratteristiche, i van possono essere utilizzati anche come automobile, permettendo così di ridurre le spese del bilancio familiare. Facili da guidare e agili, si parcheggiano molto più facilmente.

Di contro, gli spazi interni sono certamente più ridotti rispetto ad altri modelli: il bagno generalmente non ha un box doccia separato dal resto del bagno, mentre la zona giorno è più contenuta. Proprio per questo motivo questa soluzione è tendenzialmente preferita dalle coppie o dalle famiglie non numerose.

Motorhome

I motorhome non sono certo la tipologia di camper più diffusa in Italia: il motivo è da ricercarsi nell’aspetto economico, considerato che si tratta della variante di camper più lussuosa e costosa, visto e considerato che l’intera struttura viene disegnata utilizzando solo la parte motoristica del mezzo da cui proviene. Anche la parte che è destinata ad ospitare il guidatore è parte integrante dell’ambiente vivibile del camper.

Per il resto, i motorhome sono personalizzati dai produttori in vario modo. Alcuni dispongono di un letto basculante che consente di ricavare una piccola mansarda. Di solito, ampie sono le vetrate, che consentono dunque a tutti i passeggeri di poter godere di una buona visuale.

Facile, dunque, comprendere quali siano i pro e i contro di questa categoria. Tra i vantaggi rileviamo grandi spazi a disposizione e maggiore comfort. Tra gli svantaggi vi sono invece il prezzo elevato e il fatto che i camper di dimensioni più grandi potrebbero richiedere la patente C.

Mansardati

I camper mansardati traggono il loro nome dalla presenza della mansarda, una struttura posta sopra alla cabina di guida nella quale è generalmente ospitato il letto matrimoniale.

Particolarmente apprezzati dalle famiglie, possono ospitare fino a 5-7 persone. Proprio per questa grande versatilità i camper mansardati sono molto diffusi, divenendo il veicolo più acquistato per chi ama gli spostamenti ricreativi in compagnia dei propri cari. D’altronde, la sola mansarda è in grado di fornire già due posti letto, che possono poi aumentare fino a sei o sette attraverso gli altri letti collocati nella cellula abitativa.

Ciò premesso, considerati anche gli ampi spazi di cui può disporre, questa tipologia di camper consente di avere una grande varietà di allestimenti interni, divenendo un buon compromesso tra dimensioni e prezzo. Rispetto ad altre tipologie di camper, però, questo modello risulta essere meno aerodinamico proprio a causa della presenza della mansarda.

Profilati

I camper profilati, o semiintegrali, presentano la cellula abitativa su un autotelaio cabinato che, al posto della struttura a mansarda, è integrato meglio, sotto il profilo aerodinamico, alla volumetria della cabina di guida, della quale è un naturale prolungato attraverso il cupolino preformato in cui c’è spazio per piccoli oggetti, come i pensili.

Diversi sono i vantaggi del ricorso ai profilati: di norma la struttura di questi camper è più bassa degli altri e, dunque, garantisce maggiore aerodinamismo e minori consumi di carburanti. Il mezzo è più maneggevole da guidare e – a parità di altre caratteristiche – più veloce. I minori spazi rispetto ai mansardati lo rendono una scelta ideale per coppie senza figli.

Per quanto concerne i principali vantaggi, data la minore altezza rispetto al mansardato, il veicolo è più maneggevole e veloce da guidare, ha un ingombro minore e consumi di carburante più ridotti. Proprio il minore spazio a disposizione dovuto alla carenza della mansarda è, di contro, il principale svantaggio (anche se nei nuovi modelli si può comunque aumentare il numero dei posti letto mediante un basculante). Per queste caratteristiche questo camper è maggiormente adatto alle coppie o alle famiglie che desiderano riservarsi la titolarità di un mezzo agevole da guidare.

  1. Quali sono i vantaggi del camper puro?

    Costi ridotti e maggiore maneggevolezza sono i principali vantaggi del camper puro, il veicolo più piccolo della categoria sia per la lunghezza che per l’altezza. Di conseguenza, è anche la categoria di camper tra le meno esose in termini di carburante.

  2. Cosa sono i camper mansardati?

    I camper mansardati sono camper con una cellula abitativa composta da un elemento esterno assemblato alla motrice. La cellula si estende fino a coprire la parte superiore dell’abitacolo, riservando un maggiore spazio.

  3. Come è fatto il profilato

    Il profilato dispone di una cellula abitativa allestita su un telaio cabinato. A differenza di quello mansardato, la cellula è in questo caso raccordata in linea con l’abitacolo, senza che sporga in altezza.

Lascia un commento