Noleggiare un camper, ecco tutte le informazioni utili

La nostra guida su come noleggiare un camper: consigli utili, informazioni e i passi da effettuare per non sbagliare!

13 Maggio 2022

Roberto Rais - Autore

2.623

Per partire per una bella vacanza in compagnia della famiglia o degli amici noleggiare un camper potrebbe essere una ottima soluzione.

Ma come noleggiare un camper? Quanto costa? Cosa bisogna sapere prima di muoversi in questa direzione?

Quanto costa noleggiare un camper

Cominciamo subito dal punto dolente: quanto costa noleggiare un camper?

Il prezzo del noleggio di un camper varia a seconda di numerosi fattori come:

  • la tipologia del mezzo
  • la durata del noleggio
  • la stagionalità
  • la tipologia di chilometraggio (illimitato o meno)
  • le formule (weekend, ecc.)
  • i servizi aggiuntivi.

In ogni caso, le tariffe di noleggio del camper generalmente oscillano tra gli 80 e i 120 euro al giorno, a cui però bisogna aggiungere i costi per il carburante e quelli per le aree di sosta, per il campeggio e per tutte le altre caratteristiche che contraddistingueranno e personalizzeranno il proprio viaggio.

Quali camper è possibile noleggiare

Come abbiamo anticipato nell’elenco puntato dello scorso paragrafo, una delle voci che condizionerà in maniera prioritaria il prezzo del noleggio è il tipo di camper che si intende affittare.

Quelli più semplici, snelli ed economici, sono i furgonati che, nonostante siano spesso considerati più “rudimentali” rispetto ai camper più strutturati, possono pur sempre rappresentare un’ottima soluzione per un viaggio di breve durata e, magari, in sole due persone.

Se invece si vuole qualcosa in più, si può optare per un camper mansardato, adatto soprattutto per i viaggi con famiglie o gruppi di amici più numerosi: alcuni modelli possono infatti ospitare fino a sette posti letto.

Una buona alternativa è il camper profilato che, per certi versi, è in grado di abbracciare le caratteristiche di entrambe le tipologie di modello.

Come si noleggia un camper

Le modalità di noleggio di un camper non differiscono da quelle della generalità dei veicoli. Dunque, quel che dovrai fare per noleggiare un camper economico è quello di contattare diversi operatori attivi in questo settore e domandare degli specifici preventivi che possano soddisfare le tue necessità.

In questo modo potrai scegliere il modello più adatto alle tue esigenze, confrontando con calma le varie proposte e individuando quella che ritieni possa essere la migliore dal punto di vista dei prezzi e dei supporti forniti.

La prenotazione potrà avvenire con bonifico o carta di credito (o anche senza carta di credito, in alcuni casi), versando una quota percentuale del costo totale del noleggio (di norma, tra il 20% e il 30%). Il ritiro del camper avverrà presso il noleggiatore o, eventualmente, in altro luogo di ritiro concordato. Sarà sufficiente presentare il voucher di prenotazione e i propri documenti di identità.

In questa fase, è molto importante che il noleggiatore o un suo incaricato si soffermino con il proprio cliente per poter condividere tutte le funzionalità del camper, come per esempio quelle di gestione della luce e dell’acqua, del riscaldamento o del gas.

Quale patente serve per guidare un camper a noleggio?

Per guidare un camper a noleggio è sufficiente la patente B, quella che si usa tradizionalmente per guidare le auto. Tuttavia, attenzione a non illudersi che guidare un camper sia la stessa cosa di guidare un’auto: le dimensioni, il peso, il dinamismo e la mobilità del mezzo si differenziano notevolmente dalle tradizionali auto e, dunque, sarebbe opportuna la massima cautela.

Dove sostare con un camper a noleggio

In Italia e in Europa non ti sarà difficile trovare dei luoghi in cui sostare con il tuo camper a noleggio. Tuttavia, ti sconsigliamo di partire per un viaggio senza aver prima programmato il percorso delle soste: con un po’ di pianificazione potrai infatti organizzare meglio le tue soste, individuando i punti che ti saranno più ricchi di servizi utili (ad esempio, ristoranti e attività organizzate).

In alternativa, puoi optare per delle aree di sosta più economiche, prive di servizi (se non quelli essenziali, come i bagni). Oppure, puoi scegliere dei campeggi, per chi vuole sostare per un periodo di tempo più lungo in una zona che abbia servizi adatti almeno per favorire il pernottamento, l’igiene e i pasti. Di contro, ricorda che nelle aree di sosta non è possibile campeggiare e che, a seconda dei regolamenti del Comune, potrebbe essere vietato anche usare tavolini e sdrai.

L’ultima possibile è la sosta libera ma… attenzione. Anche in questo caso è sempre bene consultare il regolamento del Comune, poiché non ovunque è possibile sostare dove si vuole.

FAQ – Noleggiare un camper Info Utili – Le risposte ai quesiti più comuni

Di seguito abbiamo cercato di riassumere, in sintesi, quali sono le domande più comuni poste sul noleggio del camper.

Come funziona il noleggio del camper?

Il noleggio del camper non differisce da quello di una comune autovettura. Dovrai semplicemente contattare gli operatori di settore, richiedere e personalizzare il preventivo, versare l’anticipo e poi il saldo al momento della consegna del bene.

Quanto costa il noleggio del camper una settimana?

Il costo del noleggio di un camper dipende naturalmente dal veicolo, dalla stagionalità, dall’utilizzo e dai servizi richiesti. In generale, può costare tra 400 e i 1.300 euro per la settimana.

Perché noleggiare un camper?

Il noleggio del camper permette di avvicinarsi a una modalità di vacanza alternativa, ispirata dalla sensazione di piena libertà e di condivisione che crea. È inoltre più economico rispetto ad altre formule di soggiorno.

Dove si può sostare con il camper?

Se non si ha intenzione di sostare in aree attrezzate, è bene informarsi nei regolamenti comunali per comprendere quali siano le regole adottate nel territorio di riferimento. Non in tutti i Comuni è ad esempio possibile la sosta libera.

Lascia un commento