Camperizzare la propria auto: gli accessori che non devono mancare

Una mini guida a quella che è una delle tendenze più seguite del momento: trasformare la propria auto in un piccolo camper!

camperizzare auto 1
24 Settembre 2021

Roberto Rossi - Autore

Come in molte altre parti d’Europa e del mondo, anche in Italia è sempre più vivace la tendenza a fare dei viaggi on the road a bordo di minivan o auto abbastanza capienti da essere sufficientemente confortevoli, come station wagon o monovolumi.

Insomma, contrariamente a quanto avveniva un tempo, oggi parlare di camperizzare la propria auto è qualcosa di molto più frequente e abitudinario.

Ma quali sono gli accessori che non dovrebbero mai mancare in un’auto che vuole diventare un camper?

Partiamo dalle basi (in tutti i sensi): un buon soppalco

Cominciamo dalla base, ovvero da un soppalco che possa essere inserito all’interno della propria auto. Naturalmente, molto dipenderà dalla configurazione del proprio veicolo. In molti casi bisognerà per esempio rimuovere i sedili dei passeggeri, o almeno tirare giù gli schienali e appoggiare il soppalco sopra di essi.

In questo modo riuscirete a dividere lo spazio in due: nella parte superiore si potrà riporre un materasso per riposare, nella parte inferiore si potrà invece riporre tutto ciò di cui avrete bisogno. Sarà fondamentale, in questa fase, prendere bene le misure per farsi ritagliare in modo preciso e specifico il soppalco, tendenzialmente di legno.

camperizzare auto 2

Prendere le scatole per dividere gli spazi

Una volta che avete montato il soppalco, potete procedere con il suddividere gli spazi nella parte sottostante. I modi per poterlo fare sono evidentemente numerosi, ma quello più semplice e più economico è rappresentato dall’utilizzo di qualche scatola che possa permettervi di mantenere in ordine gli oggetti di piccole e di medie dimensioni.

In particolare, il nostro consiglio è quello di creare delle scatole tematiche, in maniera tale da trovare subito quello che vi serve. Evidentemente, fate attenzione a non portare con voi troppi oggetti, considerato che lo spazio tenderà subito a scarseggiare. Meglio invece portare solo l’essenziale, facendo una lista di ciò di cui non potete davvero fare a meno.

Prendere delle tende per garantire la privacy

Un altro accessorio molto importante quando si vuole camperizzare la propria auto sono le tende. Spesso infatti vorrete conquistarvi un po’ di privacy, anche solo per cambiarvi o, magari, quando dormite (in questo caso, peraltro, le tende saranno anche utili per ripararsi dalla luce artificiale.

Anche in questo caso il nostro consiglio è quello di prendere bene le misure, in maniera tale da sapere di quanto tessuto avrete bisogno per coprire i finestrini e il lunotto dell’auto. È anche importante che le tende possano essere fissate e rimosse facilmente, considerato che l’operazione dovrà essere effettuata almeno una o due volte al giorno.

camperizzare auto 1

Riuscirete a far meno dell’elettricità?

La risposta è… no. Anche se non siete in un vero e proprio camper, e magari non riuscite a collegarvi ad un alimentatore esterno per avere elettricità, questo non significa che non possiate comunque ritagliarvi i comfort essenziali, a cominciare dalle luci interne che potrebbero essere alimentate attraverso la batteria della propria auto.

Per quanto concerne invece la ricarica della batteria del cellulare o di altri apparecchi elettronici come i tablet, potete munirvi di un adattatore da macchina. In questo modo riuscirete a caricare ciò di cui avete bisogno attraverso la comune presa dell’accendisigari.

Un altro accessorio molto utile in questo ambito è certamente rappresentato dai mini pannelli solari che possono essere trasportati comodamente in tutti i luoghi in cui c’è una buona esposizione solare. Certo, non vi permetteranno di avere a disposizione una carica di energia infinita, ma potranno comunque essere utili quando la batteria dello smartphone vi sta per lasciare e la presa dell’accendisigari è già occupata.

La pianificazione è tutto

Per il resto, ricordate di pianificare con grande attenzione il vostro viaggio e di avere sempre un navigatore con voi.

Ricordiamo infatti che nel nostro Paese non è consentito fermarsi dove si vuole ma è necessario sostare nelle aree attrezzate dove, peraltro, troverete bagni, acqua corrente e zone in cui è possibile cestinare i rifiuti rispettando la raccolta differenziata.

Buon viaggio!

Lascia un commento