Car Sharing: servizi e prezzi a Roma, Milano e Torino

Come trovare il miglior servizio di car sharing nelle principali città italiane.

18 Luglio 2021

Roberto Rais - Autore

Il car sharing è un servizio sempre più richiesto negli ultimi anni. Un trend che conquista giovani e meno giovani, nel lavoro e nel tempo libero, e che consente di partecipare a una mobilità a più basso ambientale e a maggiore tasso di risparmio.

Ma come funziona il car sharing? E quali sono i principali servizi di car sharing a Roma, Milano e Torino? E, ancora, quanto costano? Scopriamolo insieme!

Cos’è il car sharing

Iniziamo subito con il definire il car sharing un servizio di autonoleggio a breve termine che permette di prenotare una vettura tramite app direttamente dal proprio smartphone. Una tendenza che nel nostro Paese esiste da venti anni, ma che solamente negli ultimi anni è riuscita a conquistare un tasso di sviluppo davvero importante.

In altre parole ancora, il car sharing è un servizio di condivisione di un parco veicoli tra più persone, in maniera tale che ciascuna di esse, in ogni momento, possa utilizzare un veicolo a seconda delle proprie necessità.

Come funziona il car sharing

Introdotto quanto sopra, occorre sottolineare come uno dei motivi che rende il car sharing così appetibile sia la semplicità del suo funzionamento. Di fatti, una volta che viene effettuata la registrazione con la società il cui servizio si decide di utilizzare, sarà sufficiente aprire l’apposita applicazione sul proprio smartphone e verificare se sulla mappa ci sono auto disponibili.

A quel punto, selezionandola, sarà possibile raggiungerla e iniziare ad utilizzare il servizio. L’apertura dell’auto è generalmente effettuabile avvicinando una speciale carta o lo smartphone ad un chip che si trova sul parabrezza. Quando si arriverà a destinazione, sarà sufficiente segnalare dalla app che si è terminato l’utilizzo della vettura. Il costo di tale opzione di autonoleggio dipenderà naturalmente dal tempo di utilizzo del mezzo.

Car sharing a Roma

A Roma sono attivi diversi servizi di car sharing. Su tutti, uno dei più noti è quello dello stesso Comune capitolino, che propone il servizio Roma Mobilità, una rete di auto condivise integrate con il trasporto pubblico. Non è dunque più necessario essere proprietari della vettura, considerato che sarà possibile utilizzarla solo quando serve, con parcheggio assicurato, e circolazione anche nelle ZTL. Il funzionamento è piuttosto semplice: sarà sufficiente iscriversi al sito car-sharing.romamobilita.it indicando se l’account è individua, familiare o aziendale, inserire i propri dati anagrafici e quelli della patente di guida. È necessaria una carta di credito.

I costi di Car Sharing Roma Mobilità sono pari a:

  • 14,90 euro di costo una tantum (19,90 euro se l’iscrizione è familiare)
  • Tariffe orarie da 1,40 euro (costo orario) e da 0,33 euro (costo a km)

Qui i prezzi completi del servizio.

Enjoy, il servizio Eni a Roma, Milano e Torino

A Roma, così come a Milano e Torino, è poi presente Enjoy, il servizio di car sharing di Eni, con centinaia di veicoli disponibili. Anche in questo caso il servizio è utilizzabile facilmente dietro registrazione, con una buona flessibilità di fruizione in qualsiasi momento del giorno e della sera.

Per quanto riguarda i costi di Enjoy, nel caso in cui si utilizzi una Fiat 500 il costo sarà pari a:

  • Onere di prenotazione, gratuito fino ai primi 20 minuti
  • Prenotazione estesa, 0,19 euro al minuto (fino a 70 minuti)
  • Costo al minuto, pari a 0,29 euro al minuto fino a 50 km
  • Costo per ogni km aggiuntivo, pari a 0,29 euro al km
  • Tariffa massima giornaliera pari a 69 euro.

Esistono tuttavia particolari tariffe, come quella giornaliera, con costi pari a:

  • un giorno: 49 euro fino a 50 km
  • due giorni: 90 euro fino a 100 km
  • da tre a quindici giorni: 40 euro fino a 50 km al giorno
  • 0,29 euro per ogni km aggiuntivo.

Qui puoi trovare i costi dettagliati di Enjoy.

Share Now

A Roma, così come a Milano e Torino, è disponibile anche il servizio Share Now. Una volta registrati sul sito share-now.com, sarà sufficiente scaricare l’app, caricare la propria patente di guida e attendere i tempi di convalida. Immediatamente dopo sarà possibile iniziare a guidare con la flotta della società, con 15 euro di bonus.

Le tariffe sono particolarmente competitive:

  • Tariffa al minuto pari a 0,29 euro, inclusi 200 km gratis
  • Tariffa oraria pari da 5,84 euro l’ora oltre a 0,19 euro al km, con km illimitati
  • Tariffa giornaliera da 19,99 euro al giorno oltre a 0,19 euro al km, con km illimitati
  • Abbonamenti mensili da 29,99 euro al mese.

I dettagli del servizio sono accessibili qui.

BlueTorino

Come intuibile dallo stesso nome di questo servizio, nel capoluogo piemontese è altresì presente BlueTorino, un nuovo servizio di car sharing di Leasys.

Il servizio è abbastanza flessibile. Una volta effettuata la registrazione (tieni a portata di mano patente, documento di identità e carta di pagamento), sarà possibile iniziare a fruire delle stazioni BlueTorino e, avvicinando la propria tessera alla sommità della colonnina, seguire le istruzioni per ritirare l’auto. Una volta terminato il viaggio sarà possibile restituire l’auto in una qualsiasi area parcheggio BlueTorino.

Per conoscere le mappe delle aree park, o i costi del servizio, è a disposizione questa pagina.

Ubeeqo

È invece un servizio milanese Ubeeqo, che garantisce la disponibilità di una flotta urbana di auto e furgoni. Il funzionamento è molto simile a quello dei servizi che abbiamo già visto nelle scorse righe, e che ti consigliamo di approfondire nel sito internet ufficiale.

Per quanto concerne le tariffe, si va da quella economy con 7 euro l’ora e ogni km a 0,20, fino ad arrivare alla cargo, con 11 euro l’ora e 0,20 euro per km. Sono comunque disponibili anche tariffe giornaliere.

Lascia un commento