Carico all’interno e all’esterno dell’auto: le regole da sapere e rispettare

Come si sistemano i bagagli dentro e fuori dall'auto? Ecco tutte le regole da sapere prima della partenza per le vacanze!

16 Luglio 2021

Roberto Rais - Autore

Con le vacanze in avvicinamento, la voglia di partire per qualche giorno di relax potrebbe far passare in secondo piano il fatto che il carico dei bagagli in auto deve essere effettuato nel rispetto di alcune prescrizioni che sono finalizzate a migliorare il livello di sicurezza stradale.

Ma che cosa prevede il Codice della Strada? Quali sono le regole precise che devi rispettare prima di metterti in viaggio? Scopriamolo insieme!

Come sistemare il carico interno in auto

La prima cosa da tenere a mente è che il carico deve essere sistemato in maniera tale da evitare cadute e non compromettere la visibilità del conducente.

Dunque, è fondamentale che i bagagli posti all’interno dell’auto, nell’abitacolo, non devono impedire i movimenti del guidatore, né alterare la stabilità e l’equilibrio del veicolo, o ancora occupare i vetri impedendo così al conducente di poter avere una piena visibilità di ciò che avviene all’esterno del veicolo.

Come sistemare il carico esterno in auto

Se le prescrizioni per il carico interno dell’auto non sono particolarmente complicate, facendo principalmente riferimento al buon senso e alla possibilità di evitare che i bagagli ostruiscano la vista, per quanto riguarda il carico esterno bisognerà avere bene a mente alcuni limiti dimensionali.

Di fatti, ogni auto deve pur sempre tenere conto che ogni veicolo deve rispettare le dimensioni limite che sono stabilite dalla legge: la larghezza massima non può dunque eccedere i 2,55 metri, mentre l’altezza massima non deve superare i 4 metri.

Per quanto attiene invece la lunghezza, il discorso è evidentemente diverso: considerato che l’auto potrebbe avere dei traini, la lunghezza complessiva non potrà superare i 12 metri, comprendendo – evidentemente – i rimorchi.

Le misure da tenere a mente non sono però finite qui. Se per esempio il carico non può sporgere nella parte anteriore dell’auto, per quella posteriore non può superare i 3/10 della misura del veicolo. Ancora, i carichi che sporgono lateralmente dalla sagoma dell’auto non possono comunque superare i 30 centimetri di distanza dalle luci di posizione. In ogni caso, le estremità delle sporgenze devono essere segnalate attraverso appositi pannelli.

Le regole per i passeggeri

Il Codice della Strada si sofferma altresì sul trasporto di persone e di animali. Prevede ad esempio all’art. 169 che i passeggeri debbano prendere posto in maniera tale che non venga limitata la libertà di movimento e la visibilità del conducente.

Inoltre, i passeggeri non devono determinare nuove sporgenze dalla sagoma del veicolo: in altri termini, lasciare il braccio fuori dal finestrino è un comportamento non ammesso. Infine, per quanto intuibile, i passeggeri non devono eccedere il numero massimo indicato nella carta di circolazione.

Le sanzioni per il mancato rispetto della legge

Nel caso di un controllo da parte degli organi di polizia stradale, gli agenti verificheranno che i carichi siano sistemati in maniera tale da evitare la caduta e da non generare un pericolo per le persone e le altre vetture.

In particolare, verificheranno la corretta tenuta e il fissaggio del carico sul tettuccio del veicolo, soprattutto se non si utilizza un consigliabile box omologato. Nel caso in cui il carico non dovesse essere ben sistemato, il veicolo non potrà proseguire il viaggio. Il conducente sarà dunque invitato sistemare meglio i bagagli. In tale situazione si andrà incontro altresì a una sanzione tra 74 e 296 euro. E, inoltre, si potrà arrivare al ritiro immediato della carta di circolazione e della patente di guida.

Il controllo del peso

Non tutti sanno che il controllo da parte delle forze dell’ordine può arrivare anche a interessare la verifica del peso. In caso di dubbi, è dunque possibile che il veicolo possa essere scortato in una pesa pubblica, convenzionata o privata. Dopo il controllo, il dispositivo per la pesatura rilascerà una ricevuta che indica il peso complessivo del mezzo, da confrontarsi con quanto indicato sul libretto.

Intuibilmente, il superamento del peso determina l’applicazione di una sanzione e la necessità di rientrare nel peso consentito. Insomma, prima della partenza è sempre opportuno effettuare qualche controllo autonomo che possa salvaguardarci da qualche sgradita sorpresa!

Lascia un commento