Come e quando cambiare le candele, ecco i segnali da conoscere

Ci sono segnali inequivocabili che le candele della vostra auto non stiano funzionando nel modo corretto. Sapete quali?

21 Giugno 2022

Redazione - Autore

193

L’aumento del consumo di carburante, l’accelerazione faticisa a strappi, e l’avvio problematico del motore, sono le conseguenze più comuni dei malfunzionamenti delle candele. Molti automobilisti sanno bene che la qualità e l’efficienza della combustione della miscela aria-carburante dipende dalla facilità di avviamento del motore. Una scintilla elettrica accende la carica e la combustione ha ufficialmente inizio.

Ma come spesso accade questo genere di componente (vedi la candela) ha una durata limitata. Ogni produttore dichiara sostanzialmente dopo quanti chilometri bisogna sostituire le proprie candele. Ne esistono diverse tipologie, e quindi anche le durate sono differenti. In base ai dati specifici del produttore, è possibile capire chiaramente quando cambiare le candele. Tuttavia, nella pratica, nonostante la semplicità, la situazione è leggermente diversa.

Riconoscere le problematiche

Innanzitutto, se all’accensione del motore il motorino di avviamento parte ma non si accende, ciò può indicare che le candele sono guaste. Il secondo segno di un malfunzionamento è se alla guida il motore non arriva al massimo dei giri. E poi bisogna prestare attenzione al consumo di carburante e al colore dello scarico.

Fonte di illustrazione pezzidiricambio24.it

Anche un consumo eccessivo di carburante e il fumo nero possono essere il risultato di un malfunzionamento delle candele. La maggior parte degli esperti prevede una durata di 35-45 mila km. Tuttavia questo termine sarà sempre diverso, perché tutte le candele sono diverse l’una dall’altra. Quelle di alta qualità, realizzate da un produttore affidabile con materiali resistenti, dureranno molte volte di più.

Pertanto, ogni volta che si installano nuove candele è bene controllare ciò che è scritto sulla confezione del kit, e di attenersi almeno in parte ai termini indicati su di essa. Naturalmente se le classiche candele in acciaio possono durare circa 35.000 km, quelle in platino o iridio possono durare due o addirittura tre volte di più. È normale quindi che il prezzo di tali candele sarà significativamente diverso, per cui è consigliabile installarle solo su auto costose. Quindi bisogna prestare la massima attenzione quando si tratta di ricambi e scegliere in modo oculato la soluzione più adatta alla propria vettura, approfittando magari di una “vetrina” completa e ricca di soluzioni.

Lascia un commento