Cosa significano PRND sul cambio automatico

Tutti i cambi automatici sono caratterizzati dal gruppo di lettere PRND. Scopriamo cosa significa ciascuna lettera...

jean philippe delberghe Wec3M4dY LE unsplash cambio automatico
13 Settembre 2023

Andrea Spitti - Autore

Il cambio automatico sta prendendo sempre più piede tra gli automobilisti europei e italiani, tanto che molti modelli oggi a disposizione della clientela non offrono nemmeno la possibilità di essere scelti con la trasmissione manuale. A differenza di queste ultime, le trasmissioni automatiche cambiano le marce autonomamente, grazie a sensori che rilevano quando è necessario passare da un rapporto all’altro, solitamente grazie a un convertitore di coppia.

Esistono vari tipi di trasmissioni automatiche. Le più comuni sono quelle a variazione continua (CVT), quelle a doppia frizione e il cambio Tiptronic. Il loro funzionamento è diverso, possono essere comandate con la classica leva sul tunnel centrale, con una leva più piccola dietro al volante o con dei semplici pulsanti. Ma tutti i comandi sono accomunati da alcune lettere: PRND.

Cosa significano queste lettere?

pexels garvin st villier 3778765 cambio automatico
  • P sta per “Park”. È la posizione in cui bisogna mettere il cambio quando si spegne la vettura. Disinnesta la trasmissione e la blocca, impedendo l’auto di muoversi
  • R sta per “Reverse”. Bisogna selezionarla per mettere la retromarcia.
  • N sta per “Neutral”. È la posizione di folle: disinnesta tutte le marce e può essere utilizzata per consentire all’auto di veleggiare o di sfruttare la gravità durante una discesa.
  • D sta per “Drive”. È la modalità da impostare durante la guida.

Gli altri comandi

In alcune vetture si possono trovare anche altre lettere. Ecco quali:

  • L sta per “Low”. Questa impostazione consente al veicolo di mantenere una marcia bassa, privilegiando la coppia massima piuttosto che la velocità. Può essere utile in salita o in discesa, ma anche quando si traina un rimorchio pesante.
  • S sta per “Sport”. In questa modalità il cambio automatico cambia marcia più tardi, lasciando che la vettura salga maggiormente di giri rispetto alla modalità Drive.
  • M sta per “Manual”. Il guidatore prende in mano la situazione e decide lui quando cambiare marcia, utilizzando la leva del cambio oppure i paddle al volante, ovviamente senza bisogno della frizione.

Spesso dalle parti dei comandi del cambio automatico ci sono anche altri pulsanti, che modificano le impostazioni della trasmissione per privilegiare alcuni aspetti della vettura. È possibile per esempio trovare la modalità “Eco”, che riduce la potenza del motore e privilegia il risparmio di carburante. La modalità “Comfort”, spesso chiamata anche “Normal”, è quella che di solito è impostata all’avvio della vettura e fornisce reazioni a metà tra la “Eco” e la “Sport”, che invece garantisce una risposta più rapida della vettura. Ci sono poi modalità più tipiche del fuoristrada come “Snow” (neve), “Sand” (sabbia) e “Rock” (roccia), che massimizzano la trazione sui terreni più insidiosi.

Lascia un commento