Sterzo che vibra, cause e soluzioni

Una facile guida per spiegare le principali cause scatenanti di quella fastidiosa vibrazione del volante della tua auto e come fare per risolvere questo problema

Uomo al volante
24 Gennaio 2024

Roberto Rossi - Autore

Sentire lo sterzo che vibra non è certo una bella sensazione, considerato che non solamente richiederà un maggiore impegno durante la guida, ma potrebbe anche distrarti dalla conduzione del mezzo, facendoti preoccupare su quali siano le cause sottostanti tale problema.

Purtroppo per te, lo sterzo che vibra può avere una lunga serie di cause scatenanti e non sempre è facile cercare di comprendere quali siano le determinanti che sono responsabili del tuo problema specifico.

Proprio per questo motivo abbiamo scelto di condividere con te una guida completa su cosa voglia dire avere uno sterzo che vibra a basse velocità o uno sterzo che vibra ad alte velocità e ci soffermeremo in particolar modo sulle modalità per poter risolvere questo problema.

Perché lo sterzo vibra?

Soffermiamoci innanzitutto su tutte le cause dello sterzo che vibra, ovvero sulle ragioni che potrebbero determinare questo fastidioso problema.

In primo luogo, una causa potrebbe essere ascritta dal punto di collegamento tra il tuo veicolo e il terreno: gli pneumatici.

Sterzo che vibra a bassa velocità, spesso è colpa delle gomme

Per poter evitare vibrazioni allo sterzo devi innanzitutto assicurarti che gli pneumatici abbiano una corretta pressione. La presenza di gomme sgonfie, deformate o appiattite, potrebbero infatti generare fastidiose vibrazioni allo sterzo.

Per poter risolvere questo problema non devi far altro che gonfiare le gomme fino alla pressione consigliata. Se invece l’auto è ferma da tempo, allora potrebbe essere che gli pneumatici si siano deformati irreparabilmente, richiedendoti in questo modo la sostituzione delle gomme

Un altro elemento molto importante per quanto concerne le gomme è la loro equilibratura: gli pneumatici non equilibrati potrebbero infatti determinare delle fastidiose vibrazioni allo sterzo che, come abbiamo già avuto modo di sottolineare, potrebbero creare l’affaticamento del conducente proprio a causa di una guida molto più fastidiosa, oltre che l’usura dei componenti della sospensione del veicolo.

Un cenno specifico è attribuibile ai cerchi in lega. In caso di loro deformazione, la pinza che è riposta sul cerchione in fase di frenata potrebbe trasferire la vibrazione allo sterzo.

sterzo che vibra

Sterzo che vibra ad alta velocità o da fermo?

Naturalmente, non sono solamente le ruote ad essere potenziali responsabili delle vibrazioni dello sterzo. Di fatti, una frequente causa di questo scenario è determinata dalle vibrazioni che provengono dal motore e dagli altri componenti del veicolo.

Per esempio, anche se i motori mono o bicilindrici di nuova generazione sono dotati di supporti in gomma che attutiscono le vibrazioni, non è certo da escludere che questi componenti possano rompersi o usurarsi talmente tanto da non riuscire più a esercitare la loro funzione. Ne deriva che tali vibrazioni potrebbero essere sostanzialmente trasmesse verso il volante, rendendo difficoltosa e disagevole la guida.

Un’altra determinante ricorrente è quella degli alberi di trasmissione: le loro vibrazioni possono infatti generare vibrazioni ad alta velocità, che a volte possono riguardare anche lo sterzo (per quanto interessino soprattutto il pianale e i sedili).

In questo caso non si potrà far altro che condurre l’auto dal meccanico, affinché possa effettivamente verificare l’usura dei componenti, o lo squilibrio dell’albero.

Sterzo che vibra in frenata

Ancora, la vibrazione potrebbe essere determinata dal sistema frenante. In particolar modo, se la vibrazione si avverte durante la frenata e non durante la semplice conduzione del mezzo, allora è possibile che la causa principale dello sterzo che vibra sia determinata dai rotori del freno, usurati e/o deformati, o ancora dai dischi dei freni che hanno perso la loro forma originaria.

Come risolvere il problema dello sterzo che vibra

Ora che abbiamo un’idea un po’ più chiara di quali siano le cause dello sterzo che vibra, possiamo cercare di comprendere in che modo risolvere questo comune problema.

La prima cosa che ti consigliamo di fare – considerato che si tratta della causa più probabile – è quella di dare uno sguardo attento ai tuoi pneumatici.

Verifica che il gonfiaggio sia su livelli di pressione desiderati dal produttore e che non vi siano delle deformazioni evidenti.

Fai fare un controllo sulla loro equilibratura e, in caso di riscontro negativo, procedi con il sostituire gli pneumatici e/o farli riparare se possibile. Naturalmente, se il pneumatico è talmente usurato da aver sforato il limite legale di utilizzo del battistrada, non potrai far altro che mandare in pensione le vecchie gomme e dotarti di un nuovo treno di pneumatici in regola.

Riteniamo che con questo primo intervento tu possa aver risolto buona parte dei problemi di vibrazione dello sterzo. Tuttavia, è anche vero che, come abbiamo visto, a volte i problemi di vibrazione del volante sono determinati da altri componenti della vettura, come gli alberi di trasmissione.

Se questo è il tuo sospetto, non potrai far altro che condurre il mezzo da un meccanico, visto e considerato che intervenire sull’albero di trasmissione e sui suoi componenti non è un lavoro agevole.

Lo specialista verificherà se possano esservi degli interventi di recupero dell’attuale albero o se invece è necessario procedere a una più onerosa (ma sicura) sostituzione.

Un discorso simile può essere replicato nei confronti dei componenti di supporto del motore che, come abbiamo visto, possono usurarsi e rovinarsi piuttosto rapidamente.

Anche in questo caso, si potrà valutare la possibilità di intervenire con la loro sostituzione, ripristinare un corretto comfort nella conduzione del mezzo.

Se infine le vibrazioni sono avvertite in frenata, allora – come abbiamo anticipato – potrebbe essere un problema legato ai dischi dei freni. Prima di cambiarli, verifica però le condizioni dei cerchi in lega, che tendono di norma a deformarsi facilmente. Se non è questo il tuo caso, allora la diagnosi non potrà che essere “spostata” verso altre determinanti.

Lascia un commento