Il programma del MotoGP delle Americhe è a rischio per problemi logistici

Come in Argentina, anche il MotoGP delle Americhe rischia di subire ritardi a causa di problemi nel trasporto delle merci.

MotoGP delle Americhe
7 Aprile 2022

Raffaele Sarnataro - Autore

22

Il MotoGP delle Americhe potrebbe avere problemi di organizzazione analoghi rispetto al weekend in Argentina.

Infatti, la gara del COTA rischia di subire una serie di modifiche agli orari di partenza a causa di possibili inconvenienti logistici. La corsa tenutasi a Termas de Rio Hondo si è svolta in soli due giorni a causa del blocco di buona parte della merce a Mombasa, in Kenya. La situazione è scaturita in seguito a un guasto aereo, aggravato da altri danni del velivolo di una compagnia aerea del Kirghizistan.

MotoGP delle Americhe, nuovi problemi logistici

Anche il weekend del MotoGP delle Americhe si apre sotto i peggiori auspici in questo senso. Infatti, varie situazioni spiacevoli hanno coinvolto gli spostamenti da oltre 7300 chilometri dal Sud al Nord America, da effettuare in soli quattro giorni. La notizia più tragica è la morte dell’agente di polizia in motocicletta Juan Espinoza, deceduto lo scorso lunedì in un incidente stradale mentre scortava un gruppo di camion contenenti merci MotoGP.

Il primo volo di linea ha lasciato Tucuman nei tempi prestabiliti, mentre il secondo è giunto in ritardo in seguito alla positività al Covid-19 del responsabile del volo, con decollo spostato di circa otto ore. Il terzo volo è ancora puntuale, ma non deve trasportare molte merci. Il quarto volo sembra il più problematico a causa della sostituzione dell’aereo per cause sconosciute. Questo elemento ha messo a repentaglio l’intera organizzazione e il quinto volo dovrebbe giungere a destinazione solo giovedì mattina.

A differenza del weekend argentino, il MotoGP delle Americhe ha causato più problemi alle squadre ufficiali dei principali team. Circostanze di questo genere potrebbero sollevare forti dubbi sulla sostenibilità del programma del Motomondiale, con la Dorna intenzionata a rendere il calendario sempre più fitto.

Una situazione analoga risale al 2016, con molti membri del personale dei team giunti dall’Argentina ad Austin solo il giovedì prima del fine settimana di gara. In quel caso, i problemi erano dovuti a condizioni atmosferiche poco propizie, che avevano portato le due gare americane a svolgersi con due settimane di distanza.

Lascia un commento