GP Imola Sainz: sarà più difficile spingere la macchina al limite

Prima gara in Italia per Sainz da pilota Ferrari, una emozione speciale nonostante la mancanza dei tifosi al Gran Premio di Imola

15 Aprile 2021

Franco Dei Cas - Autore

Carlos Sainz e la Ferrari si preparano per il Gran Premio di Emilia Romagna di questo fine settimana. Dopo un avvio comunque incoraggiante in Bahrain Imola sarà un altro banco di prova per il nuovo arrivato a Maranello.

Il feeling con la Ferrari

Nella conferenza pre-gara del giovedì Carlos ha commentato su come sarà la prossima gara:”Avere i test in Bahrain ha aiutato a ripetere le procedure e a guidare in gara. Imola sarà più difficile in quel senso è un circuito dove devi conoscere molto bene la macchina per spingere al limite.” Il pilota spagnolo è comunque positivo sul suo feeling con la Ferrari. “Allo stesso tempo sono rimasto piacevolmente sorpreso di come mi sono adattato velocemente alla nuova macchina.

Il confronto con Charles Leclerc è solo all’inizio ma Sainz ha evidenziato come continuerà ad imparare e migliorare anche grazie al supporto degli ingegneri. La gara in Bahrain è andata bene a parte un errore nel Q3 e una partenza non azzeccata. “La macchina c’è e questo mi rende felice e confidente per il resto della stagione.”

La mancanza dei Tifosi

Sul suo primo Gran Premio da ferrarista in Italia Sainz ha dichiarato “Un Gran Premio in Italia per un pilota Ferrari è sempre speciale, è sempre emozionante.” Ma la mancanza dei tifosi si fa sentire. “Sfortunatamente, la situazione con la pandemia non ci permette di avere i tifosi qui nel fine settimana, quindi di sicuro mi mancheranno e perderò quel fattore eccitante in più che ha un pilota Ferrari.”

Ma puoi sentire l’atmosfera che circonda il circuito e tutto il resto, puoi già sentire che è speciale come l’ho sentito l’anno scorso a Monza, quando facevo ancora parte della McLaren. Come c’era quel legame in più con me perché sapevano (i tifosi) che sarei diventato un pilota Ferrari il prossimo anno, e lo sento già quest’anno anche se non abbiamo l’opportunità di vederli sulle tribune più vicini a noi, ma dovrebbe essere emozionante.” ha concluso il pilota Ferrari.

Lascia un commento