Lightyear abbandona la 0 per puntare tutto sulla 2 prevista per il 2025

Lightyear abbandona gli sviluppi dei modelli precedenti per concentrarsi sulla prossima Lightyear 2, con consegne dal 2025

lightyear 0
24 Gennaio 2023

Roberto Rossi - Autore

Lightyear aveva ritirato il suo modello di debutto, la 0, meno di due mesi dopo l’entrata in produzione della fastback e aveva poi annunciato la Lightyear 1 appena dodici mesi fa. Ebbene, in una nota pubblicata poco fa, la startup olandese di veicoli elettrici ha voluto precisare che la decisione è stata assunta per riorientare attenzione e risorse verso la Lightyear 2, più economica e con volumi più elevati.

In aggiunta a questo, però, c’è almeno un altro elemento che ha influenzato e determinato questa decisione strategica: come menzionato dalla stessa startup in un comunicato, vi è la necessità di sospendere i pagamenti nei confronti di Atlas Technologies, una società controllata responsabile della produzione della 0, sulla base di un provvedimento del Tribunale.

L’intero processo di sviluppo di Lightyear 0 ha fornito alla nostra azienda molti insegnamenti preziosi nel corso degli ultimi anni“, ha dichiarato Lex Hoefsloot, CEO e co-fondatore di Lightyear, in un comunicato. “Ora stiamo riorientando tutte le nostre energie verso la costruzione di Lightyear 2 per renderlo disponibile ai clienti nei tempi previsti“.

Lightyear ha già dichiarato che il modello 2 debutterà in estate e le consegne inizieranno intorno al 2025. Ha confermato un prezzo di partenza inferiore a 40.000 euro, decisamente molto più basso rispetto ai 250.000 euro del modello 0.

Ciò premesso, nel suo ultimo aggiornamento Lightyear ha anche dichiarato che la 2 è stata sviluppata insieme alla 0, lasciando intuire che la vettura sia già in una fase avanzata di sviluppo e che, come il modello 0, sarà dotato di pannelli solari e motori nel mozzo delle ruote.

La startup ha infine informato che 40.000 persone si sono iscritte a una lista d’attesa per ottenere maggiori informazioni sulla Lightyear 2 e che 20.000 preordini sono già stati effettuati.

Lascia un commento