Non indovinerai mai chi ha inventato la prima auto ibrida

Dietro alla prima auto ibrida della storia c'è la firma di un personaggio che avrebbe rivoluzionato il mondo dell'automobile. Sapete chi è?

Lohner Porsche Retro Classics 2020 IMG 0053
25 Maggio 2023

Andrea Spitti - Autore

L’elettrificazione delle auto è ormai un fenomeno diffuso in tutti i segmenti del mercato. Ormai è quasi più difficile trovare una nuova vettura con il solo motore a combustione che un modello in qualche modo elettrificato, dalle ibride leggere fino alle auto 100% elettriche, passando per le full hybrid e le ibride plug-in. Ma vi siete mai chiesti chi ha costruito la prima auto ibrida?

GenevaMotorShow2011

L’idea di usare la corrente per far muovere le auto non è certo una novità, tuttavia la maggiore semplicità delle auto a combustione ha portato al declino dei veicoli elettrici, che per lungo tempo sono rimasti limitati a usi specialistici, come golf cart e muletti. Tuttavia l’idea di usare una batteria per muovere un’auto non tramontò.

La firma di Porsche

La prima auto ibrida al mondo è comunemente considerata la Lohner-Porsche. Ferdinand Porsche non ha bisogno di presentazioni: fu lui a pensare al veicolo e lo introdusse nel 1899. All’epoca Porsche non aveva ancora fondato la casa automobilistiche che tutti conosciamo ma lavorava a Vienna per la Lohner, un’azienda che produceva auto elettriche di lusso all’inizio del XX secolo.

Ferdinand Porsche

La Lohner-Porsche combinava un motore a benzina con motori elettrici per ottenere una migliore efficienza di carburante e prestazioni più elevate. La vettura ibrida aveva uno stile innovativo, con motori elettrici montati nei mozzi delle ruote anteriori, permettendo la trazione integrale e la frenata rigenerativa.

L’aspetto elegante e sportivo la faceva distinguere tra le auto della sua epoca, rendendola una scelta popolare per i ricchi consumatori europei dell’epoca. Nonostante il suo design rivoluzionario, la Lohner-Porsche non poteva però competere con la crescente popolarità delle auto a benzina e la sua produzione venne interrotta nel 1906. Tuttavia la sua ingegneria influenzò lo sviluppo dei veicoli ibridi ed elettrici fino ai giorni nostri.

La Prius in serie

Se invece parliamo della prima auto ibrida prodotta in serie, la risposta è decisamente più scontata. Si tratta infatti della prima generazione della Toyota Prius, che venne introdotta in Giappone nel 1997, diventando rapidamente popolare tra gli automobilisti più attenti all’ambiente. Come la sua antenata firmata da Ferdinand Porsche, anche la Prius aveva la frenata rigenerativa, anche se il design della prima generazione non riscosse così tanti successi.

Lascia un commento