Come cambiare l’olio motore dell’auto

Il cambio dell'olio motori è tra le operazioni più importanti per salvaguardare la salute dell'auto. Ma come si cambia l'olio della macchina? Ecco come potete farlo da soli senza l'aiuto di un esperto.

car lubricator check car maintenance check car you PQTFDVG
22 Gennaio 2024

Roberto Rossi - Autore

Quando si tratta di effettuare le più importanti manutenzioni dell’auto, il cambio dell’olio motore è probabilmente una di quelle più comuni e più raccomandate.

Ma come si cambia l’olio motore dell’auto? È un’operazione che è realizzabile in autonomia o è necessario rivolgersi a qualche esperto?

In questa guida al cambio olio auto abbiamo cercato di fare il punto su tutto quello che dovresti sapere su questa semplice manutenzione, guidandoti passo dopo passo verso il completamento di questa operazione che, in fondo, non è così difficile come sembra!

Come rabboccare l’olio della tua auto

La prima cosa sulla quale vogliamo soffermarci in questa rapida guida è il fatto che non sempre è necessario cambiare l’olio dell’automobile! 

Di fatti, il più delle volte non ti sarà richiesta una sostituzione completa dell’olio, ma un semplice rabbocco, finalizzato a consentire al motore del tuo veicolo di continuare a lavorare correttamente.

Generalmente, per far ciò ti sarà sufficiente aprire il vano motore, verificare il livello del liquido mediante l’utilizzo dell’apposita asticella e, nel caso in cui questo sia inferiore alla soglia raccomandata, versarne altro – del modello suggerito dal produttore – fino al livello consigliato.

Tuttavia, se ti rendi conto che è necessario procedere al cambio olio motore perché magari è passato molto tempo dall’ultima operazione, sappi che non devi necessariamente rivolgerti all’officina più vicina, ma che puoi fare questa semplice attività da solo, con pochi attrezzi. Cerchiamo di saperne di più!

Come sostituire l’olio dell’auto da soli

Anche se lo abbiamo già ribadito qualche riga fa, giova rammentarlo ancora una volta: cambiare l’olio dell’auto da soli si può, ed è molto più semplice di quanto si possa desiderare. 

car Q2HS8DG

Probabilmente, la prima volta avrai bisogno di procedere con un po’ più di attenzione. I tentativi successivi saranno invece per te una routine molto più agevole da gestire. In ogni caso, ritagliati circa 30 minuti del tuo tempo libero, e segui con attenzione le indicazioni che dovresti trovare nel manuale del costruttore, dove ci sarà sicuramente una sezione legata ai termini di sicurezza da adottare per il compimento di questa operazione.

Attrezzatura necessaria per cambiare l’olio motore

Ciò premesso, anche se abbiamo già rammentato che cambiare l’olio motore dell’auto non è difficile, ti serviranno comunque alcuni attrezzi che potresti non avere nel tuo garage e che dovresti pertanto cercare di reperire.

In particolare, procurati:

  • Olio motore compatibile con il tuo veicolo. Ti consigliamo di leggere il manuale del costruttore, dove troverai tutte le indicazioni sulle caratteristiche che questo prodotto deve avere. In caso contrario puoi pur sempre rivolgerti a un venditore specializzato, che ti guiderà nella selezione del miglior olio che, per composizione e qualità, potrà soddisfare i tuoi obiettivi;
  • Nuovo filtro dell’olio. Anche in questo caso, ti consigliamo di consultare il libretto delle istruzioni, perché ti permetterà di individuare il giusto accessorio per il tuo scopo di sostituzione dell’olio motore;
  • Dispositivi di protezione. Il cambio dell’olio dell’auto non è un’operazione pericolosa, ma potresti comunque finire con il far partire degli schizzi accidentali. È dunque molto meglio utilizzare dei guanti di gomma, delle protezioni per i tuoi vestiti e degli occhiali di sicurezza. Procurati anche dei panni e dei fazzoletti di carta;
  • Un secchio e un imbuto, che ti serviranno per poter realizzare le operazioni di travaso;
  • Un cric e dei cavalletti per alzare il veicolo;
  • Delle chiavi per il filtro dell’olio e per il tappo di scarico della coppa del contenitore che contiene l’olio.
Controllo livello olio macchina

Istruzioni per cambiare l’olio motore

Una volta procurato tutto l’occorrente per poter cambiare l’olio motore, puoi entrare nel vivo dell’operazione.

La prima cosa che ti consigliamo di fare è preparare la tua automobile in sicurezza: parcheggia il tuo veicolo su una superficie orizzontale, tira il freno a mano e spegni il motore, lasciandolo raffreddare per almeno 10-15 minuti.

Nel caso probabile in cui tu abbia bisogno di maggiore spazio sotto il veicolo, utilizza il cric e appoggia il veicolo sui cavalletti. Per quanto intuibile, compi questa operazione solo ed esclusivamente se sei certo di quel che stai facendo: usare solo il cric, per esempio, è molto pericoloso, considerato che correresti il rischio di cedimento di questo accessorio, con ciò che ne deriverebbe una volta che sei posizionato sotto l’auto!

Meglio invece usare dei cavalletti solidi, che possano darti la massima serenità mentre armeggi con l’olio motore.

Una volta che ti sei assicurato che l’automobile sia in condizioni di sicurezza, devi individuare il tappo dell’olio. L’operazione non dovrebbe essere molto complicata, considerato che generalmente questo componente è ben individuabile, ma se hai dubbi puoi sempre ricorrere al manuale di istruzioni del produttore, dove sono riportate anche queste utili indicazioni. Svita il tappo dell’olio e mettilo da parte. 

Ora, individua il tappo di scarico della coppa, che si trova nella parte inferiore dell’automobile. Anche in questo caso, però, la tua incursione dovrebbe avere un facile esito, visto e considerato che si trova nella parte opposta della coppa, ed è rappresentato da una sorta di bullone da svitare (ma che non devi svitare ancora!).

Giunto a questo punto, prendi un secchio di medie dimensioni e posizionalo sotto il tappo della coppa. È ora che dovresti iniziare a svitare lentamente il bullone, facendo attenzione che non cada nel recipiente dove finirà l’olio esausto. In tal proposito, ti consigliamo di effettuare questa operazione con cautela e, soprattutto, sempre con l’utilizzo dei guanti: anche se il motore è spento da alcuni minuti, infatti, l’olio potrebbe ancora essere rovente, ed eventuali schizzi potrebbero finire con l’ustionare la pelle.

Lascia dunque che tutto l’olio fuoriesca (considerato che è piuttosto denso, potrebbero volerci alcuni minuti) e quindi individua il filtro da cambiare. Anche in questo caso, a scanso di equivoci, ti consigliamo di dare uno sguardo al libretto di istruzioni della tua auto. Ruota la chiave del filtro per allentarlo e rimuovilo dal suo alloggiamento: considerato che dovrebbe essere intriso d’olio, fai attenzione a non sporcarti e a non sporcare.

Fatto ciò, pulisci la sede in cui andrà applicato il nuovo filtro e ungi la guarnizione del nuovo filtro con un leggero velo di olio. Avvita manualmente il nuovo filtro nel suo alloggiamento, fino alla fine, ma senza esagerare stringendolo nella sede. Riavvita il tappo di scarico della coppa dell’olio e stringilo con la chiave.

A questo punto, usando l’imbuto, riempi la coppa con il nuovo olio, fino al raggiungimento del livello desiderato. Quindi, rimetti il tappo dell’olio e accendi il motore per qualche minuto. Spegni il motore, lascialo raffreddare e controlla il livello dell’olio: potrebbe essere necessario un nuovo rabbocco, fino alla soglia di riferimento.

Non ti rimane altro da fare che pulire il tutto, e verificare che non ci siano delle perdite dal bullone di scarico della coppa.

Come smaltire l’olio esausto

Il più è terminato. Tuttavia, prima di concludere questo approfondimento non possiamo non rammentare quanto sia importante smaltire correttamente l’olio esausto e il filtro dell’olio motore che hai smontato qualche riga fa.

Ricorda che l’olio esausto è un elemento tossico, e che non devi assolutamente smaltirlo con i rifiuti domestici o magari, gettarlo nei tubi di scarico del sistema idraulico di casa o del tuo garage: si tratta di un comportamento illegale che ti scoraggiamo a fare, e che potrebbe esporti a gravi ripercussioni.

Di contro, cerca di smaltire l’olio esausto riponendolo in un contenitore, da etichettare chiaramente per poter indicare che cosa è presente al suo interno. Chiuso ermeticamente, portalo in un’officina di riparazioni per automobili o in una stazione di servizio: l’olio potrebbe essere ritirato gratuitamente. In caso contrario, puoi cercare il punto di raccolta più vicino a casa tua, e portarlo personalmente in consegna.

Lascia un commento