Incentivi 2022 veicoli poco inquinanti Regione Umbria

Quali sono, a quanto ammontano e come funzionano gli incentivi per veicoli poco inquinanti nella Regione Umbria.

5 Maggio 2022

Roberto Rais - Autore

404

Come in molte regioni italiane, anche in Umbria sono state previste numerose agevolazioni per permettere a tutti coloro i quali stanno pensando di acquistare un veicolo poco inquinante di poterlo fare a condizioni ancora più vantaggiose.

Cerchiamo allora di compiere un breve riepilogo su tutte le agevolazioni in essere, partendo da quelle sui bolli (ecco come calcolarlo).

Bolli agevolati per auto poco inquinanti

Anche in Umbria è presente un’esenzione dal pagamento delle tasse automobilistiche per cinque anni a decorrere dalla data di prima immatricolazione per gli autoveicoli elettrici (qui vi diciamo come domiciliare sul conto corrente il pagamento). Alla fine di questo periodo le auto elettriche pagheranno comunque una tassa fortemente scontata, pari a un quarto dell’importo previsto per i corrispondenti veicoli a benzina.

Altre agevolazioni sono poi previste per autovetture e autoveicoli ad uso promiscuo omologati per la circolazione esclusivamente con alimentazione a GPL o gas metano. Tali veicoli pagheranno infatti una tassa automobilistica pari a un quarto di quella che pagherebbero i corrispondenti veicoli a benzina, a patto che siano conformi alle direttive CEE in materia di emissioni inquinanti.

Ciò premesso, gli autoveicoli con alimentazione esclusiva o doppia, elettrica, a gas o metano, GPL e idrogeno, omologati fin dall’origine dal costruttore, o a seguito di installazione successiva, la tassazione sarà determinata in base alla potenza massima del motore espressa in kW per un valore annuo di 2,58 euro e un valore annuo espresso in CV pari a 1,90 euro.

Per i veicoli nuovi appartenenti alle categorie M1 ed N1 non superiori a 85 KW con alimentazione esclusiva a metano ed esclusiva a gpl, oppure dotati fin dall’origine di alimentazione doppia a benzina/GPL o a benzina/metano, immatricolati per la prima volta dall’11 aprile 2013 al 31 luglio 2013, è prevista l’esenzione temporanea per il primo periodo fisso di cui al DM 462/1998 e per i due anni successivi. Lo stesso beneficio è riconosciuto ai veicoli a idrogeno, ibridi benzina/elettrico, ibridi gasolio/elettrico.

Ecobonus auto

Per le sole Terni e Narni, a luglio 2021 era stato aperto un nuovo bando per i contributi per la rottamazione dei veicoli a benzina o diesel fino a Euro 4 e l’acquisto di veicoli elettrici a batteria, elettrici a batteria con range extender, ibridi elettrici benzina plug-in, ibridi elettrici benzina full hybrid con cilindrata non superiore a 2000 cc e con potenza massima netta del motore elettrico pari o superiore a 30 kW.

Il contributo era previsto in 4.000 euro per i veicoli elettrici e in 3.000 euro per i veicoli ibridi elettrici benzina. I destinatari del contributo sono i cittadini residenti nei comuni di Terni e Narni.

Queste le fasi temporali del bando:

  1. Fase 1 – Prenotazione del contributo – dalle ore 10 del 15 luglio 2021 alle ore 12 del 30 settembre 2021;
  2. Fase 2 – Invio dell’ordine di acquisto (Perfezionamento della prenotazione on-line) – dalle ore 10 del 3 agosto 2021 alle ore 12 del 26 ottobre 2021;
  3. Fase 3 – Rendicontazione dell’investimento e richiesta di liquidazione – dalle ore 10 dell’11 ottobre 2021 alle ore 12 del 28 aprile 2022.

Al momento, però, il bando risulta essere chiuso. È stata comunque condivisa la volontà di indire un nuovo bando nel 2022.

Lascia un commento