Incentivi regionali per l’acquisto dei veicoli poco inquinanti: Piemonte

Come funzionano gli incentivi regionali del Piemonte per l'acquisto di veicoli elettrici e di mobilità sostenibile.

7 Dicembre 2021

Roberto Rais - Autore

Al fine di supportare il conseguimento degli obiettivi di mobilità sostenibile, sono diverse le regioni italiane che hanno scelto di predisporre delle agevolazioni per l’acquisto di auto poco inquinanti, eventualmente integrabili con gli incentivi statali per la mobilità ecologica.

Un esempio di tale proposta ci è offerto anche dalla Regione Piemonte, che già negli scorsi anni aveva manifestato interesse nel fornire degli incentivi auto per coloro che avessero intenzione di sostituire il proprio veicolo con un altro modello più ecologico, e che recentemente ha rinnovato il proprio intervento in questo ambito mediante una nuova linea di benefici.

Incentivi auto ecologiche Piemonte 2022

Gli incentivi auto ecologiche Piemonte 2022 sono destinati ai soli imprenditori nella regione, che potranno attingere a un plafond complessivo di 8 milioni di euro.

Attenzione, dunque. Almeno per il momento ad essere beneficiari non sono i privati cittadini, bensì le micro, piccole e medie imprese aventi unità locale operativa in Piemonte. Si attendono invece novità per quanto concerne gli incentivi auto elettriche per il Piemonte, che potrebbero essere discussi a breve.

Pertanto, ad essere destinatari di queste agevolazioni saranno le aziende intenzionate a rinnovare il proprio parco auto con modelli più ecologici.

Da quando sono disponibili gli incentivi auto in Piemonte

La più recente iniziativa agevolativa per la mobilità sostenibile è attualmente in corso. La decorrenza del provvedimento è stata fissata nella giornata del 22 novembre 2021. Il termine, salvo un esaurimento fondi prima della scadenza, è il 30 aprile 2022.

Quali sono i veicoli agevolabili

Stando al regolamento dell’iniziativa, a beneficiare degli incentivi previsti dalla Regione Piemonte sono i veicoli aziendali di categoria M1, M2, M3, N1, N2 e N3, le cui emissioni avranno come benchmark quelli della classe Euro 6Dtemp.

Sono agevolabili sia i veicoli acquistati che quelli presi in leasing, con un limite massimo di 10 mezzi per azienda. Ne risultano così beneficiari i veicoli elettrici 100%, alimentati a idrogeno, ibridi, con alimentazione metano / GNL o GPL esclusivi, e ancora i bifuel benzina/metano, benzina/GPL. Non sono invece agevolabili i veicoli diesel.

Tra gli altri requisiti che i veicoli agevolabili devono rispettare, rileviamo che, oltre è ricompreso nelle categorie di cui sopra, il mezzo deve essere nuovo o a km zero, e deve essere immatricolato non prima del 21 ottobre 2021.

Inoltre, i veicoli che sono omologati come M1 non possono essere più potenti di 130 kW o di 100 kW in caso di auto 100% elettriche.

In cosa consiste il beneficio

Il beneficio principale derivante da questa iniziativa consiste nello sconto del 12% sul prezzo di listino del modello base, applicato dalla concessionaria.

Ricordiamo che le regole previste dalla Regione Piemonte comprendono anche la rottamazione del vecchio veicolo di proprietà dell’azienda e l’impossibilità di rivedere i mezzi prima dei 3 anni dalla data di acquisto.

Incentivi moto Regione Piemonte 2022

L’iniziativa che intende favorire la mobilità sostenibile nella Regione Piemonte riguarda anche i ciclomotori e i motocicli, compresi dunque nella lista dei veicoli beneficiari degli incentivi regionali, insieme ai velocipedi a pedalata assistita.

Per quanto concerne ciclomotori e motocicli, l’appartenenza dell’unità deve essere alle classe L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7e e XM. L’alimentazione deve essere elettrica al 100%. In cambio, deve essere rottamato un ciclomotore o un motociclo fino a Euro 2 (incluso), o un veicolo aziendale fino a Euro 3 (incluso).

Lascia un commento