Le patenti nautiche: quali sono, requisiti, prezzi e cosa fare

Quali sono le patenti nautiche, quali requisiti bisogna avere per averne una e come si prendono: costi e procedure.

9 Agosto 2022

Roberto Rais - Autore

Le patenti nautiche sono documenti che abilitano alla conduzione di diverse unità da diporto e moto d’acqua. Ma quali sono? Come si ottengono? E come sono cambiati gli esami per la patente nautica dal 2022?

Categorie di patente nautica

La prima cosa che bisogna chiarire è che non esiste un’unica tipologia di patente nautica. Il Codice della nautica ne prevede infatti quattro, tre generali e una speciale:

  1. Categoria A: comando e condotta di natanti, imbarcazioni da diporto, moto d’acqua
  2. Categoria B: comando di navi da diporto
  3. Categoria C: direzione nautica di natanti e imbarcazioni da diporto
  4. Categoria D: abilitazione speciale al comando di natanti e imbarcazioni da diporto e moto d’acqua.

Considerato che la più nota è la prima, è su questa che vogliamo spendere qualche parola in più.

Patente nautica entro le dodici miglia o senza alcun limite

Come abbiamo visto nell’elenco di cui sopra, la patente di Categoria A è quella che abilita al comando di natanti, imbarcazioni da diporto fino a 24 metri e moto d’acqua. Tale patente si divide in:

  • Patente nautica entro dodici miglia dalla costa
  • Patente nautica senza alcun limite dalla costa.

Nel caso in cui l’interessato lo voglia, queste patenti possono essere rilasciate per il comando e la condotta delle sole unità a motore.

Quando è obbligatoria la patente nautica?

Anche se il conseguimento di una patente nautica è sempre opportuno per disporre della formazione necessaria per “saper stare in mare”, non sempre vi è obbligo di questo documento per poter condurre un’imbarcazione.

In particolare, stando al Codice della nautica è oggi obbligatoria la patente per i seguenti casi:

  • per la navigazione oltre le 6 miglia dalla costa
  • per la navigazione su moto d’acqua e per lo sci nautico
  • per la navigazione nelle acque interne e per la navigazione nelle acque marittime entro sei miglia dalla costa quando è installato un motore:
  • con cilindrata superiore a 750 cc se a carburazione a due tempi
  • con cilindrata superiore a  1.000 cc se a carburazione a quattro tempi fuori bordo o se a iniezione diretta
  • con cilindrata superiore a 1.300 cc se a carburazione a quattro tempi entro bordo
  • con cilindrata superiore a 2.000 cc se a ciclo diesel
  • con potenza superiore a 30 kw o a 40,8 CV.

Si consideri che l’obbligatorietà riguarda non il possesso della barca ma il suo effettivo utilizzo e che la potenza del motore di riferimento è quella massima di esercizio.

Quali requisiti per la patente nautica

Come abbiamo visto, la patente nautica si distingue in diverse categorie. In ogni caso, il suo conseguimento è subordinato all’accertamento di requisiti di età, fisici, psichici e morali.

Per quanto riguarda i requisiti di età, per il comando e la condotta delle unità da diporto di lunghezza pari o inferiore a ventiquattro metri, che navigano entro sei miglia dalla costa e a bordo delle quali è installato un motore di potenza inferiore a 30 KW e di cilindrata inferiore a:

  • 750 cc se a carburazione a due tempi,
  • 1.000 cc se a carburazione a quattro tempi fuori bordo o se a iniezione diretta,
  • 1.300 cc se a carburazione a quattro tempi entro bordo o,
  • 2.000 cc se a ciclo diesel

sono richiesti 18 anni di età per le imbarcazioni, 16 anni di età per i natanti e 14 anni di età per i natanti a vela superiori a quattro metri quadrati nonché per le unità a remi che navigano oltre un miglio dalla costa.

Per quanto concerne i requisiti fisici e psichici, non possono ottenere le patenti nautiche coloro che sono affetti da:

  • malattie fisiche o psichiche
  • deficienze organiche o minorazioni psichiche, anatomiche o funzionali

tali da impedire il regolare svolgimento delle operazioni a bordo del natante.

Infine, per quanto attiene i requisiti morali, non possono ottenere la patente nautica coloro che:

  • sono stati dichiarati delinquenti abituali, professionali o per tendenza
  • sono o sono stati sottoposti a misure di sicurezza personali o sottoposti a certe misure di prevenzione
  • sono stati condannati a una pena detentiva superiore a tre anni.

L’esame per conseguire la patente nautica

L’esame per il conseguimento della patente nautica si compone in una prova teorica e in una pratica. Si tenga conto che le regole sono cambiate dal 16 maggio 2022, quando il MIMS ha uniformato sul territorio nazionale le procedure per il conseguimento delle patenti nautiche che abilitano alla navigazione entro le 12 miglia dalla costa e senza alcun limite dalla costa, relative alle unità da diporto, a vela, a motore e a propulsione mista.

L’esame teorico prevede, per tutti i tipi di patente A (entro dodici miglia e senza limiti):

  1. il quiz base da un database nazionale di 1472 domande, da cui vengono estratti 20 quesiti a risposta multipla in cui solamente una delle tre alternative di risposta è corretta. Sono permessi al massimo quattro errori e il tempo massimo concesso è di 30 minuti
  2. il quiz vela, da un database di 252 quesiti, da cui vengono scelte 5 domande a risposta singola (vero/falso). È in questo caso permesso un solo errore (al secondo si è respinti). Il tempo massimo concesso è di 15 minuti. Il quiz vela non viene somministrato a chi sceglie di abilitarsi alle sole unità a motore.

Propedeutico alla fase a quiz di cui sopra è poi previsto un quiz di carteggio nautico, 5 quesiti in cui si può sbagliare una sola risposta (alla seconda si è espulsi dall’esame e non si accede alla fase a quiz). Il tempo concesso è di 20 minuti.

Per la patente nautica senza alcun limite dalla costa la prova di carteggio nautico è composta da 4 esercizi, con un solo errore. Il tempo concesso è di 60 minuti.

Superato l’esame teorico, si potrà procedere all’esame pratico, svolto con commissione distinte in giornate diverse. Per la patente nautica l’esame pratico si svolgerà in mare o nei laghi (per abilitazione solo motore, anche nei fiumi). Per la patente nautica senza alcun limite dalla costa, in mare.

Quanto costa prendere la patente nautica

I costi fissi sono pari a 106,23 euro tra tasse e bolli. A questo onere va aggiunto il costo della visita medica, pari a circa 70 euro. Il prezzo medio di un buon corso in una scuola nautica oscilla tra i 500 e i 1.500 euro, a seconda delle zone d’Italia e del numero di “uscite” previste.

Come si prende la patente nautica?

La patente nautica, fermo restando il possesso dei requisiti previsti, si prende dopo il superamento di esami teorici e pratici.

Quanto costa prendere la patente nautica?

I costi fissi sono molto bassi, pari a circa 200-300 euro. A questi vanno aggiunti i costi della scuola nautica, mediamente pari a 500-1.500 euro.

Come è cambiato l’esame per la patente nautica?

Dal giugno 2022 l’esame per la patente nautica è cambiato, con uniformità dei questionari somministrati per la categoria A (entro 12 miglia, senza alcun limite).

Lascia un commento