GP di Stiria top e flop dell’ottava gara del mondiale di F1

GP di Stiria 2021 che anche senza una lotta per la vittoria ha comunque fatto divertire. Vediamo chi ha fatto bene e chi no al Red Bull Ring

GP di Stiria Leclerc Stroll
28 Giugno 2021

Franco Dei Cas - Autore

Il GP di Stiria vede un altra vittoria per Max Verstappen e anche se non c’è stata una lotta per la vittoria, nella posizioni dietro ci sono stati diversi sorpassi e colpi di scena.

Non è stato però un fine settimana positivo per tutti, vediamo i TOP e i FLOP del GP di Stiria 2021.

GP di Stiria chi è stato al TOP

Max Verstappen – Red Bull

Fine settimana praticamente quasi perfetto per Max, gli è mancato solo il giro veloce. Si sapeva che in Austria la Red Bull arrivava da grande favorita ed è stato proprio così. Un altra vittoria a altri punti preziosi per mantenere la testa sia nella classifica piloti che in quella costruttori.

Tra un settimana si corre ancora al Red Bull Ring per il GP d’Austria e salvo pioggia o sorprese è molto probabile che Verstappen farà il bis.

Ferrari – Leclerc e Sainz

È vero che visto il passo delle due monoposto in gara sarebbe stato forse possibile finire almeno davanti a Lando Norris. Ma considerata la situazione dopo il primo giro con Leclerc ai box per un cambio ala e praticamente ultimo il Gran Premio della Ferrari è stato decisamente positivo.

Specialmente ha fatto divertire con i numerosi sorpassi di Charles Leclerc nel finale a anche Carlos Sainz ha guadagnato posizioni importanti in pista. Per il prossimo GP bisogna innanzitutto partire un po’ più avanti in griglia.

Lando Norris – McLaren

Classifica e posizione in gara non mentono Lando è al momento il migliore dietro i ben più veloci team di testa. Si trova anche davanti a Bottas in classifica generale.

Un altra prestazione solidissima del giovane talento McLaren, parte terzo ma saggiamente non perde troppo tempo a difendere su Bottas e Perez visto la differenza di prestazioni. Il quinto posto è il massimo risultato che poteva ottenere oggi e lo consolida ulteriormente come futuro campione.

Fernando Alonso – Alpine F1

Terza gara a punti di fila per Fernando Alonso che sembra cominciare a ritrovare al sua dimensione con l’Alpine F1. Mentre ad inizio stagione sembra che Ocon ne avesse di più nelle ultime gara l’asturiano è tornato a dominare.

Bella bagarre in partenza con Leclerc e poi una gara solida considerati anche i limiti della monoposto. Ferrari e McLaren sono ancora lontane ma in questa stagione l’importante per Alpine e portare a casa risultati solidi e punti in vista di un 2022 dove andranno all-in.

GP di Stiria i FLOP del week-end

Mercedes – Hamilton e Bottas

Finire secondo e terzo non dovrebbe essere una sconfitta ma rimane il fatto che Mercedes al momento sembra incapace di stare al passo con Verstappen e per un team abituato a dominare si tratta ovviamente di un brusco ritorno alla realtà.

Non sono mai stati in corsa per la vittoria e adesso sono quattro le gare di fila senza vittorie. Lewis Hamilton è apparso quasi rassegnato nel post-gara e serve certamente una reazione. Anche perché l’ultima cosa che si vuole vedere è una stagione senza lotta per il titolo. Il prossimo GP d’Austria non sarà molto differente ma serve un’inversione di rotta.

Daniel Ricciardo – McLaren

Sembrava che dopo il GP di Francia l’australiano avesse trovato un feeling maggiore con la sua monoposto. Invece questo fine settimana è stato un altra grande delusione. A parte qualche piccolo e non meglio specificato problema con la sua Power Unit nella battute inziali Daniel non è mai stato in gara.

E il confronto con Lando sta cominciando a pesare, per un pilota che invece non ha sfigurato quando aveva come compagni di squadra Sebastian Vettel e Max Verstappen. Un altra gara storta ma a McLaren a ai suoi tifosi non resta altro che aspettare che Ricciardo torni alla sua forma migliore.

Williams – Russel e Latifi

Dopo una buona qualifica e un passo gara decisamente positivo sembra che fosse arrivato il momento per la Williams di interrompere il suo digiuno dai punti che dura da ben 34 gare.

Il team di Groove sembra invece non avere un minimo di fortuna, Latifi gomma bucata in partenza senza nessuna colpa ma da dove partiva sarebbe stato molto difficile finire in top 10.

La vera nota dolente è stata la monoposto di George Russell. Parte benissimo e si mette in ottava posizione con il passo per stare dietro ad Alonso e forse anche superarlo poi a metà gara il disastro. Doppio pit-stop per un problema idraulico e ritiro qualche giro dopo, speriamo che vada meglio questa domenica, visto che comunque il team sembra abbastanza competitivo per andare a punti.

Esteban Ocon – Alpine F1

Sembra davvero che il rinnovo di contratto fino al 2024 non gli abbia fatto bene. In realtà nelle ultime gare tutto sta andando come molti si aspettavano nel confronto con Alonso.

Niente punti e non ci è nemmeno andato vicino, gara e qualifica opaca senza nessuna scusa. Alpine gli ha dato grande fiducia facendogli firmare un così lungo contratto ma dopo un inizio di stagione decisamente positivo adesso bisogna tornare nei primi dieci.

Lascia un commento