Guanyu Zhou e l’importanza del suo sostegno finanziario per Alfa Romeo

Alfa Romeo non lascia in secondo piano l'importanza del sostegno finanziario per la scelta di assumere il cinese Guanyu Zhou.

Guanyu Zhou
24 Novembre 2021

Raffaele Sarnataro - Autore

[delta-speaker]

Alfa Romeo conferma che la scelta di acquistare Guanyu Zhou come pilota ufficiale è dovuta anche al suo sostegno finanziario. Tuttavia, il team sottolinea che non è stata l’ultima motivazione.

Il cinese affiancherà il finlandese Valtteri Bottas nella scuderia svizzera, attualmente nona nel mondiale costruttori. Zhou è ancora in lotta per vincere il campionato di Formula 2, essendo secondo alle spalle dell’australiano Oscar Piastri.

Guanyu Zhou, perché l’Alfa Romeo lo ha scelto

Il team principal della scuderia, Frederic Vasseur, ha spiegato i motivi che si nascondono dietro la scelta di ingaggiare Guanyu Zhou: “Il primo criterio è la capacità di migliorare la squadra. Per diventare più performanti, bisogna avere un buon pilota, un buon tecnico, un buon ingegnere, un buon rapporto con i piloti e un buon budget”. Il capo squadra ha sottolineato che il fattore economico è stato determinante per una scelta simile, ma non è stato l’unico.

“Zhou sta facendo un ottimo lavoro in Formula 2 e penso che molti lo stiano sottovalutando”, ha aggiunto Vasseur, che poi ha parlato del pilota uscente Antonio Giovinazzi. Quest’ultimo ha sottolineato quanto la Formula 1 fosse spietata quando si parla di denaro. Così Vasseur gli ha risposto: “Se vuole tornare in Formula 1, deve dimostrare di avere ancora motivazione e ritmo”.

“Le sue performance parlano da sole, quest’anno Zhou ha vinto in Bahrain e a Silverstone, forse sono le due piste più impegnative in F2, la prima per la gestione delle gomme e la seconda per le curve veloci. Sono sicuro che farà bene l’anno prossimo, ha mostrato determinazione quando si è trasferito dalla Cina all’Europa all’età di 13 anni, è stato un grande impegno”, ha concluso Vasseur su Guanyu Zhou.

Lascia un commento