Aston Martin, e ora chi al posto di Vettel?

Dopo l'annuncio dell'addio di Seb, Alonso considera l'Aston Martin un'opzione, mentre Ricciardo non vorrebbe spostarsi dalla McLaren

GettyImages 1240787795
28 Luglio 2022

Luca Sgarbi - Autore

Dopo l’annuncio del ritiro di Sebastian Vettel a fine stagione, il mondo della Formula 1 (e non solo) ha reputato il giusto omaggio al campione tedesco. Tantissime le testimonianze di affetto e stima per un pilota e, prima ancora, un uomo che ha messo praticamente tutti d’accordo. In termini pratici, invece, si apre uno scenario per molti colleghi che legittimamente potrebbero ambire ad occupare il posto lasciato libero dal quattro volte campione del mondo. Alcuni sono campioni nella parabola inevitabilmente finale della carriera, altri esordienti, altri ancora potrebbero abbandonare i seggiolini attuali per cogliere l’opportunità di guidare in Aston Martin.   

Fernando alpino

In primis, non si può non parlare di Fernando Alonso. Lo spagnolo non ha ancora un contratto per il 2023, anche se pare destinato a firmare l’estensione con Alpine come compagno di Esteban Ocon. Lo stesso asturiano ha parlato proprio in queste ore della possibilità di vestire verde smeraldo: “Tutte le squadre sono un’opzione, a patto che non abbiano due piloti sotto contratto, la mia priorità è quella di rimanere con Alpine”, il desiderata di Alonso. Che poi ha ribadito che il suo desiderio è quello di restare con la scuderia francese, ma ha chiarito di non essere ancora andato avanti con le trattative. “E’ ancora tutto da stabilire. L’inizio della pausa estiva sarà il momento in cui dovrò concludere qualcosa”, il commento del due volte campione del mondo.

Daniel resterebbe

Merita un approfondimento anche la situazione di Daniel Ricciardo, reduce da una stagione e mezza più che deludente alla McLaren. L’australiano ha un contratto anche per la prossima stagione, ma ha uno stipendio altissimo e il CEO di McLaren, Zak Brown, ha lanciato frasi sibilline su una possibile uscita anticipata dal contratto che lega il suo team dall’aussie. Sulla possibilità di andare all’Aston Martin, Ricciardo ha chiarito: “Non ho nulla contro questa squadra, ma come ho detto settimana scorsa il mio futuro è chiaro, ovverosia restare in McLaren.”

Gli altri

In pole tra gli altri potrebbe esserci Nico Hulkenberg, che attualmente è terza guida proprio nella scuderia di Stroll e ha sostituito Vettel per due gare a causa del la positività al Covid di Seb ad inizio stagione. Poi c’è Mick Schumacher che potrebbe diventare free agent nei prossimi mesi e non ha un grande rapporto col suo Team Principal alla Haas, Gunther Steiner. Non impossibile ma improbabile un addio di Alexander Albon alla Williams. Per il tailandese sarebbe un upgrade, viste le performance della sua monoposto attuale, ma non paiono esserci grandi chance. Nella lista potrebbe esserci anche Nyck de Vries, terza guida della Mercedes e visto nelle FP1 in Francia. Ad agevolare la cosa, potrebbe esserci l’ottimo rapporto del proprietario Stroll con Toto Wolff. Guardando alla Formula 2 chi meglio dell’attuale leader, il brasiliano Felipe Drugovich? La corsa al seggiolino di Vettel è appena partita e potrebbe non terminare presto.

Lascia un commento