F1 Imola 2021, Top e Flop del Gran Premio

Gran Premio di Imola che ha fatto divertire vediamo chi si merita la promozione e chi invece non ha fatto bene nel secondo GP della stagione

19 Aprile 2021

Franco Dei Cas - Autore

Se la vittoria di Verstappen non ha di certo sorpreso molti, la gara di Imola anche grazie alla pioggia ha dato spettacolo con fuori pista e sorpassi. Andiamo a vedere chi ha meritato e chi no in questo GP dell’Emilia Romagna 2021.

Bocciati

Valtteri Bottas – Mercedes F1

L‘incidente con Russell non è stato probabilmente colpa sua. Ma prima di finire la sua gara spettacolarmente al Tamburello il pilota finlandese si trovava in nona posizione ed era anche stato doppiato da Verstappen. Male anche la qualifica con la sua Mercedes solo ottava, un’involuzione dopo che nelle passate stagioni era riuscito a stare almeno vicino ad Hamilton. Presagi di una possibile ultima stagione con Mercedes con Russell suo futuro sostituto?

Nicolas Latifi – Williams

Migliore qualifica in carriera e grande occasione per la Williams di andare a punti. Butta tutto via ad inizio gara, prima un’uscita di pista e poi il contatto con Mazepin che manda Latifi contro le barriere. Ci si augura che ci siano altre occasioni, non finisce nemmeno il primo giro.

George Russell – Williams

Bocciato non solo per l’incidente ma soprattutto per la reazione che ha avuto nei confronti di Bottas appena dopo. Butta via ancora una volta una grande opportunità di andare a punti. Troppo aggressivo il tentativo di sorpasso considerate le condizioni della pista. La velocità e il talento ci sono manca forse ancora quella giusta calma nei momenti cruciali per farne un vero campione.

Sergio Perez – Red Bull

Un altro chiaro esempio che le gare non si vincono il sabato. Parte benino anche se perde la seconda posizione conquistata in qualifica. Poi un errore decisamente stupido, quando sorpassa due vetture in regime di Safety Car dopo un uscita di pista. La penalità di stop and go rovina decisamente la sua gara e un ulteriore testacoda al giro 38 lo relegano definitivamente fuori dai punti. Peccato, è stato un piacere vederlo davanti a Max in qualifica speriamo meglio la prossima gara.

Sebastian Vettel – Aston Martin F1

Povero povero Sebastian… fa quasi tenerezza, questa volta non gliene va bene una anche se non è interamente colpa sua. Problemi ai freni lo fanno partire dalla pit-lane ma come se non bastasse si regala anche uno stop and go di 10 secondi durante la gara. Alla fine si deve ritirare per un probabile problema al cambio. Queste due prime gare con Aston Martin assolutamente da dimenticare.

Promossi

Max Verstappen – Red Bull

Partenza perfetta, gara senza sbavature in condizioni di bagnato misto. Anche dopo le varie ripartenze e Safety Car ha mantenuto un focus perfetto. Vittoria di ampio margine che lo afferma ancora di più come pretendente al titolo. Il mini contatto con Lewis Hamilton alla partenza ci sta, nessuna colpa a nessuno dei due. Vogliamo vedere di certo più battaglie dirette in pista con Lewis.

Lando Norris – McLaren

Quanto sta facendo bene Lando in queste prime gare. Non che ci fossero dubbi sul suo talento dopo un ottimo 2020 ma a questo punto non vediamo l’ora di vedere cosa può fare in una monoposto vincente. L’errore in qualifica gli toglie si un tempo quasi da pole ma si rifà totalmente in gara. Grande il sorpasso a Sainz e la difesa su Hamilton per quanto ha potuto. Podio meritatissimo!

Charles Leclerc – Ferrari

Errore nel giro di formazione ma poi gara praticamente perfetta considerato l”equipaggiamento a disposizione e le condizioni della pista. Charles porta a casa il miglior risultato possibile e anche se il podio non è arrivato almeno si vede una Ferrari combattiva. La McLaren non sarà un avversario facile per il terzo posto ma almeno c’è la possibilità di lottare, gran passo avanti rispetto alla passata stagione.

Rimandati

Lewis rimandato per un raro errore che gli è quasi costato la gara. Per fortuna è riuscito a rientrare in pista altrimenti non si troverebbe in testa alla classifica. Fortunatissimo anche con l’uscita delle bandiere rosse che di fatto annullano il distacco di un giro che aveva dalla testa della classifica. Merita per il gran recupero che ha fatto, almeno ci ha fatto divertire.

Sainz non centra la promozione per gli errori in gara e l’eliminazione in Q2. Quasi promosso, solo seconda gara in Ferrari e ha comunque portato a casa il risultato ma senza bandiera rossa e safety cars quei fuoripista sarebbero stati forse determinanti. Alpine ok che va a punti anche grazie alla penalità di Raikkonen ma gara abbastanza anonima per Ocon e Alonso. Stesso discorso per Pierre Gasly dopo una buona qualifica.

Ci si aspetta di più da Daniel Ricciardo anche considerato il podio di Lando ma diamogli tempo per il momento. Lance Stroll gara solida ma non trascendentale. Le due Haas sembrano destinate alle ultime posizioni per la maggior parte della stagione. Peccato per Giovinazzi una chance di andare a punti c’era.

Lascia un commento