Red Bull pianifica la rivincita, pronti aggiornamenti per Imola

Red Bull si prepara a portare nuovi aggiornamenti per cercare di vincere subito ad Imola, ma Mercedes non starà a guardare

31 Marzo 2021

Franco Dei Cas - Autore

Il debutto stagionale in Bahrain ha confermato che Red Bull ha le capacità di sfidare Mercedes per il titolo mondiale. Max Verstappen è andato vicinissimo alla vittoria dopo avere conquistato la pole il sabato ed in gara a dovuto cedere dopo aver lasciato passare Hamilton per un sorpasso non regolamentare.

Nelle analisi post gara Mercedes ha di fatto confermato che i dati mostrano che la RB16B sia a livello della sua monoposto W12. Uno dei punti forti della Red Bull in Bahrain è stata nelle sezioni ad alta velocità dove Verstappen anche in qualifica è stato davanti a Mercedes.

Ma nonostante i segnali incoraggianti Red Bull si prepara a portare ulteriori miglioramenti per il Gran Premio d’Emilia Romagna ad Imola del 18 aprile. “Abbiamo identificato alcune aree in cui la macchina può essere migliorata e ci concentriamo su quelle. Non possiamo influenzare ciò che fanno gli altri, quindi dobbiamo sviluppare (la monoposto), dobbiamo renderla a prova di proiettile“. Ha dichiarato Paul Monaghan ingegnere capo della Red Bull.

Imola si preannuncia dunque un altra tesa battaglia tra la Red Bull di Max Verstappen e la Mercedes di Lewis Hamilton.

Sviluppo continuo

Tutti sanno che gran parte del mondiale si vince fuori pista. La grande forza di Mercedes in questi anni, oltre al talento e alla consistenza di Hamilton, è sempre stata la capacità di continuare ad evolvere e migliorare la vettura. Anche quando Mercedes vinceva un GP dopo l’altro gli ingegneri di Brackley continuavano a portare sviluppi a volte marginali alla monoposto.

Rimane da capire tra la W12 e la RB16B quale sia quella con più margini di miglioramento. Non bisogna farsi ingannare dal fatto che Mercedes avesse una vettura dominante la passata stagione. I piccoli cambi di regolamento 2021 sono risultati in una Mercedes meno perfetta del previsto e potrebbe essere proprio la squadra guidata da Toto Wolff ad avere più potenziale da estrarre dalla vettura.

A parte la guerra di sviluppo tra gli ingegneri delle due squadre sarà fondamentale vedere cosa porteranno in pista gli altri piloti Red Bull e Mercedes. Sergio Perez è di certo quello che ha stupito di più nella sua prima gara con il team austriaco. Dopo una problema nel giro di formazione che l’ha fatto partire ultimo dai box è riuscito a recuperare fino alla quinta posizione. Bottas invece manca ancora della consistenza necessaria per renderlo un contendente al titolo.

Lascia un commento